Connettiti con noi

Hanno Detto

Toni: «Ho un debole per Morata. Ma se la Juve prende lui fa un affare»

Pubblicato

su

Toni: «Ho un debole per Morata. Ma se la Juve prende lui fa un affare». Le dichiarazioni dell’ex attaccante bianconero

Luca Toni ha parlato a Tuttosport in avvicinamento a Inter-Juve.

DZEKO VS MORATA – «Sono diversi ma mi piacciono molto entrambi. Dzeko è un attaccante che può fare la prima o la seconda punta: segna, lega il gioco e fa giocare bene le proprie squadre. Per Morata ho un debole da anni perché è uno dei pochissimi numeri 9 che riesce a giocar bene con qualsiasi compagno. Può fare il 9 classico, può partire più esterno. È meno centravanti di Dzeko, ma è veloce. Alvaro, dopo il recente infortunio, ha messo minuti importanti nelle gambe in Champions e adesso me lo aspetto protagonista contro l’Inter».

VLAHOVIC – «Non entro nel merito della scelta perché sono questioni personali. Dusan è giovane, forte, lotta, si vuole migliorare e ha prospettive importanti. Immagino che la Juventus non sia l’unica a volere Vlahovic. Chi lo comprerà, farà un grande affare».

INTER-JUVE – «Sarà una grande partita. La Juve si sta riprendendo, l’ho commentata per Amazon Prime in Champions League contro lo Zenit: in questo momento si difende bene e non rischia praticamente nulla. Si vede chiaramente la mano di Allegri, che si sta dimostrando un allenatore intelligente, pratico e molto bravo.Non avendo Dybala infortunato, infatti, ha costruito una squadra attendista e devastante in contropiede. I bianconeri devono migliorare nel possesso palla, però sono convinto che da questo punto di vista basterà il rientro della Joya».

INTER – «Forte pure lei, in Champions si è riscattata dopo il ko con la Lazio. E poi la sfida contro la Juve è gara a sé. Simone Inzaghi ha raccolto l’eredità pesante di Conte ed è partito bene. E anche se magari perdendo Lukaku la rosa si è indebolita, deve rivincere il campionato».