Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Twomey (The Athletic): «Jorginho e Rudiger alla Juve: cosa può succedere» – ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Liam Twomey, giornalista del The Athletic corrispondente sul Chelsea, ha parlato in esclusiva a Juventusnews24. Le sue parole

Lo sguardo del calciomercato Juve si rivolge in casa Chelsea in vista dell’estate. Tanti nomi: da Jorginho a Rudiger, passando per Emerson Palmieri. In esclusiva a Juventusnews24 è intervento Liam Twomey, giornalista del The Athletic e corrispondente sul Chelsea: inquadrate, nome per nome, tutte le situazioni che intrecciano bianconeri e Blues.

Prima di tutto serve far chiarezza sulla situazione societaria. Ci sono novità sul fronte successore di Abramovich?

«Raine Group ha stilato la lista finale di candidati, composta da quattro offerte: il consorzio guidato da Todd Boehly, il gruppo guidato da Sir Martin Broughton, la famiglia Ricketts con Ken Griffin e un’offerta di Stephen Pagliuca, proprietario di maggioranza dell’Atalanta. Dovremmo conoscere chi è stato scelto entro la fine di aprile, poi il Governo britannico dovrà approvare la proposta di acquisizione. Tutto dovrebbe essere completato prima della fine della stagione del Chelsea».

Arrivando ora al mercato. Uno dei nomi più caldi è quello di Antonio Rudiger: Juve, Real Madrid e Bayern Monaco sono sulle sue tracce. Il difensore ha già preso una decisione per il suo futuro?

«No. Pensiamo che Rudiger stia ancora valutando le varie opzioni, e ovviamente tutti i colloqui con il Chelsea sono sospesi finché la situazione della proprietà non sarà risolta. Non mi aspetto che prenda una decisione definitiva prima che ciò avvenga».

Il suo compagno di reparto Christensen, accostato in passato anche alla Juventus, è invece destinato al Barcellona?

«Sembra che tutto sia stato concordato tra le parti, anche se il Barcellona avrà di fronte un’altra sfida per registrare nuovi giocatori al di sotto del loro tetto salariale. In questo momento sembra che facciano promesse ai giocatori che non sono in grado di onorare – ma sembra che Christensen lascerà il Chelsea questa estate».

Spostiamoci sulla fascia. Marcos Alonso ha dichiarato nei giorni scorsi che gradirebbe un ritorno in Spagna: può lasciare anche lui Londra in estate?

«Marcos Alonso ha 31 anni, non è più la prima scelta nel ruolo di terzino sinistro e quest’estate entrerà nell’ultimo anno del suo attuale contratto. Lui sembra felice al Chelsea e resta comunque un’opzione solida per la squadra: non ha molto senso per il club, però, estendere il suo contratto. Se decidono di non farlo, quest’estate è l’ultima occasione per monetizzare dalla sua cessione».

Un altro nome che interessa alla Juve è quello di Emerson Palmieri, attualmente in prestito al Lione. Ci sono poche possibilità, vero, che resti al Chelsea nella prossima stagione?

«Il Chelsea per qualche tempo ha aperto alla cessione di Emerson, e il Lione ha la possibilità di acquistarlo – anche se non sembra intenzionato a farlo. Credo che dipenderà dall’offerta che farà la Juventus. Se nessuno farà una proposta adeguata, potrebbe avere più senso per i Blues tenere Emerson e vendere Marcos Alonso, dal momento che è sotto contratto fino al 2024 e percepisce uno stipendio più basso».

Parliamo di Jorginho. La dirigenza bianconera potrebbe puntare su di lui per rinforzare il centrocampo del futuro. Qual è la sua situazione?

«Jorginho è uno dei grandi nomi del Chelsea che avrà ancora un anno di contratto quest’estate. Il suo agente ha ripetutamente detto che vorrebbe tornare in Italia: ora ha 30 anni, potrebbe essere il momento giusto per lasciarlo andare e costruire il centrocampo intorno a Kovacic. Ma di nuovo, ci vorrà un’offerta significativa, perché Jorginho è stato un grande giocatore per il Chelsea negli ultimi quattro anni».

E su Pulisic e Ziyech? Sono stati accostati alla Juventus come possibili sostituti di Paulo Dybala…

«Entrambi hanno reso meglio con Tuchel nelle ultime settimane, ma nessuno dei due ha giocato in maniera regolare. Pulisic ha ancora due anni di contratto, ma se il Chelsea dovesse venderlo, probabilmente vorrebbe rientrare il più possibile nell’investimento di 58 milioni di sterline fatto a gennaio 2019 – anche perché è il volto della nazionale statunitense e il club avrà presto nuovi proprietari americani. Ci vorrebbe anche una buona offerta per lasciar partire Ziyech, visto che recentemente è stato prezioso per Tuchel. Non vedo un addio a buon mercato o in prestito».

Chiudo con due nomi: il primo è quello di Conor Gallagher, ora in prestito al Crystal Palace ma che ha stregato l’Europa, il secondo è quello di Romelu Lukaku. Come pensi si muoveranno i Blues sui due giocatori?

«Gallagher vuole tornare al Chelsea la prossima stagione e a Tuchel piace molto, quindi penso che avrà la sua occasione. Se non c’è possibilità per lui di giocare regolarmente, la seconda strada più probabile è che venga venduto per un sacco di soldi. Non credo che accetterebbe un altro prestito. Per quanto riguarda Lukaku, invece, è un disastro. Si adatta male alla squadra di Tuchel e non sembra felice, ma ora è troppo costoso e troppo ben pagato per tornare facilmente in Italia. I nuovi proprietari del Chelsea non saranno così coinvolti con lui come lo era Abramovich, quindi forse sarà più facile per loro accettare di venderlo in perdita, ma in questo momento è un problema per il club».

Per quanto riguarda invece le mosse in entrata, pensi che il Chelsea possa fare un tentativo per De Ligt in estate?

«Onestamente, è impossibile dire chi potrebbe comprare il Chelsea questa estate. Marina Granovskaia e Petr Cech potrebbero anche lasciare come Abramovich, il che significa che l’intera struttura del club cambierebbe. Questo influenzerebbe sicuramente tutti i piani di calciomercato che avevano, quindi è troppo presto per sapere cosa farà Chelsea nel mercato».