Verona-Juve 2-2: il match del Bentegodi del 2014 fece infuriare Conte – VIDEO

antonio conte
© foto www.imagephotoagency.it

Il 9 febbraio 2014 la Juventus non seppe difendere il doppio vantaggio ed uscì con un misero punto dalla trasferta in casa dell’Hellas

Già ben avviata verso la conquista del terzo scudetto consecutivo, nella 23° giornata di Serie A della stagione 2013/2014 la Juventus di Antonio Conte è ospite dello stadio “Bentegodi” di Verona, dove affronterà l‘Hellas del tecnico Mandorlini, squadra neopromossa e rivelazione del campionato.

LA CRONACA – All’inizio dell’incontro, quel 9 febbraio 2014 sembrava poter rappresentare la solita domenica di festa in casa juventina: dopo soli quattro minuti, infatti, i bianconeri si portarono in vantaggio grazie a Carlitos Tevez (il numero 10 bianconero chiuderà la stagione con 19 reti in Serie A) e lo stesso argentino trovò la via del raddoppio pochi minuti dopo sfruttando un delizioso assist di Pogba. I padroni di casa, tuttavia, non si arresero e rientrarono in campo nella ripresa con un altro piglio: ad accorciare le distanze con un preciso colpo di testa, infatti, ci pensò Luca Toni, il quale visse una seconda giovinezza in quel campionato che concluse con ben 20 reti siglate, mentre a regalare il 2-2 all’Hellas fu Juanito Gomez, il quale anticipò l’uscita di Buffon e realizzò il gol del pareggio al 94′. Tale epilogo mandò su tutte le furie il tecnico bianconero Antonio Conte il quale, il giorno seguente, sottomise ad un duro faccia a faccia tutta la squadra in quel di Vinovo.