Zazzaroni punge Agnelli: «Vorrei sentirlo parlare italiano, non europeo»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Zazzaroni punge Agnelli: «Vorrei sentirlo parlare italiano, non europeo». L’editoriale del direttore del Corriere dello Sport

Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport, scrive un editoriale questa mattina dal titolo “Il silenzio degli Agnelli“. Eccone qualche stralcio.

«Quanto sarebbe bello e utile sentire Andrea Agnelli parlare in italiano, non in europeo.Dell’Agnelli presidente dell’Eca conosciamo il pensiero: settimane fa, insieme a Ceferin, presentò il piano dei 45 giorni: ripartenza a fine maggio, chiusura a metà luglio. Ma è l’Agnelli presidente della Juve prima in classifica con un punto di vantaggio sulla Lazio di Diaconalotito che, al di là della naturale vocazione alla riservatezza, non si pronuncia apertamente lasciando che siano gli altri a parlare e talvolta a malignare sulle sue effettive intenzioni».

E ancora: «Ha detto che lo scudetto di cartongesso non gli interessa e che, di riflesso, è contrario alla cristallizzazione della classifica». Però, continua Zazzaroni: «Andrea ha tutto l’interesse a chiuderla qui per desertificare la Serie A e trasferire inevitabilmente la Juve nell’amatissima Superlega, torneo in grado di garantirgli ricavi in linea con gli investimenti?».

Condividi