Zenga contro gli scettici: «Chi se ne frega se Pirlo non ha mai allenato»

© foto www.imagephotoagency.it

Zenga contro gli scettici: «Chi se ne frega se Pirlo non ha mai allenato». Le dichiarazioni dell’ex allenatore del Cagliari

Walter Zenga ha parlato anche di Juventus nella sua intervista a La Gazzetta dello Sport.

PIRLO ALLENATORE – «Sicuramente non sono stato uno di quelli che ha detto: “Ah, che scandalo, allena subito la Juve”. Chi se ne frega se non ha mai allenato: inizierà. Avrà chi lo aiuterà in campo, una società che lo sosterrà, la capacità intellettuale di saper gestire le situazioni. Mi sarebbe piaciuto fare la stessa cosa all’Inter, ma non è successo…».

MARGINE DI ERRORE – «Assolutamente sì: non fai una scelta così pensando “Dio, e se va male?”. Se la Juve si affida a un esordiente assoluto, avrà valutato anche le possibili difficoltà e come aiutarlo».

RONALDO A 35-36 ANNI – «Ai miei giocatori dico sempre: dobbiamo essere così bravi e fortunati da sapere quando far riposare a turno qualcuno, per consentirgli una settimana intera di lavoro. La tecnologia aiuta, i medici e i lab anche, ma l’occhio dell’allenatore e il suo dialogo onesto con i giocatori sono ancora le uniche cose che funzionano di sicuro. Se Ronaldo dovrà riposare, Pirlo farà bene a farlo riposare. E idem Conte con Lukaku».

SUAREZ O DZEKO – «In mezzo a Dybala e Ronaldo posso giocare centravanti anche io… Giocatori troppo diversi: dipende da quali idee ha Pirlo, le mie non contano».

CONTE – «Se ho mai pensato che sarebbe andato via? Mai: le esternazioni di Antonio sono sempre mirate, ma in positivo. Mi sento di dire solo una cosa: dovrebbe smussare un po’ i suoi toni. Il popolo interista le segue, c’è grande entusiasmo: è sulla strada giusta per vincere. Anche se ripartire senza i propri tifosi per l’Inter sarà un handicap anche più che per gli altri».

LEGGI ANCHE: Pirlo inaugura il laboratorio Juve: primo esperimento in amichevole

Condividi