Acerbi: «Non ho paura del virus. Ma la salute conta più dello scudetto»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Acerbi: «Non ho paura del virus. Ma la salute conta più dello scudetto». La bellissima lettera di Francesco Acerbi, capitano della Lazio

Lettera da brividi quella pubblicata da Francesco Acerbi, capitano della Lazio, sull’edizione odierna di Repubblica.

Eccone un breve estratto: «Il calcio è la mia vita. Ed è importante nella vita della gente. Non vedo l’ora di tornare a giocare, come del resto i miei compagni e i tifosi. Vincere il campionato con la Lazio sarebbe fantastico, ma conta di più la salute, e io ne so qualcosa, credetemi: la priorità è uscire da questo periodo terribile […] . Personalmente non credo che da questa situazione uscirò diverso. Perché ne ho passate di cose gravi, a partire dal tumore, e anche prima avevo toccato il fondo nella mia vita almeno un paio di volte. So che significa risalire. Quindi sarò incosciente, ma il virus non mi fa paura. In generale invece penso che, dopo, nei contatti con le persone si farà molta più attenzione. All’inizio ci saranno timori, poi però pian piano torneremo a comportarci come prima. E sarà un sollievo indescrivibile».

Condividi