Adani, ricordi del Brescia: «Lucescu aveva un atteggiamento diverso con Pirlo»

Iscriviti
juve pirlo
© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Adani, che ha conosciuto Pirlo e Lucescu al Brescia, racconta il rapporto tra i due tecnici. Le sue parole

Al Corriere di Brescia, Daniele Adani ha raccontato il rapporto tra Pirlo e Lucescu: il telecronista ha conosciuto i due proprio nelle Rondinelle.

DINAMO KIEV JUVE«Sono passati quasi 30 anni e questa partita ha un fascino tutto suo. Ai tempi io ero giovane, ma Pirlo e Baronio erano due ragazzini. La squadra percepiva Roberto come quello più grande perché era riconoscibile nel suo gioco. Andrea sapevamo che sarebbe diventato forte, ma nessuno lo conosceva: era ancora in un’incubatrice».

PIRLO E LUCESCU «Andrea era gracile e timido. Sembrava un bambino, ma aveva già dentro di sé le conoscenze. E credo che Lucescu abbia visto in lui proprio questo, al di là del futuro, del talento o del ruolo. Quando si allenava con noi, non lo trattava come un padre, ma come un nonno: normalmente noi giovani venivamo massacrati da Micrea, ma con Pirlo aveva un atteggiamento diverso, lasciava che vivesse il suo tempo in mezzo ai grandi».

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: le prime pagine del 20 ottobre

Condividi