Connettiti con noi

News

Chi è Alessandro Citi, nuovo acquisto della Juventus

Pubblicato

su

Alessandro Citi Juve: chi è il nuovo acquisto bianconero, che rinforza la Primavera. Storia, carriera e caratteristiche del classe 2003

Secondo rinforzo in difesa per la Juve Primavera di Andrea Bonatti. Dopo Muharemovic, i bianconeri hanno messo a segno il colpo Alessandro Citi, difensore centrale classe 2003 che lo scorso luglio ha concluso il suo rapporto con il Milan, che durava da ben otto anni. Contratto fino al 2023 per il giovane calciatore, che aggiunge qualità al reparto difensivo della Juventus.

Alessandro Citi Juve: la storia del difensore classe 2003

Citi nasce a Novara il 6 gennaio 2003, ed è proprio al Novara che muove i suoi primi passi nel mondo del calcio fino al 2013, quando approda al Milan. Tutta la trafila nel settore giovanile rossonero, dove si mette in luce soprattutto in Under 14 (sei gol da difensore nel 2016/17) e in Under 15, arrivando ai quarti di finale Scudetto ma venendo eliminato proprio dalla Juventus, poi vincitrice. Scherzo del destino? Under 16 e Under 17 (assaggiata prima da sotto età) palcoscenici per maturare fino al trampolino con l’Under 18 dove, da capitano, colleziona 19 presenze e una rete. Non solo i club, perché Citi veste anche la maglia della Nazionale, rendendosi protagonista di 6 apparizioni in Under 15 e Under 16 e della convocazione per il Torneo dei Gironi in Under 17.

Alessandro Citi Juve: profilo e caratteristiche tecniche del nuovo acquisto

Citi è un difensore centrale di grande fisicità, con un’altezza importante che gli permette di risultare efficace nei duelli aerei in area ma anche in proiezione offensiva da palla inattiva. Predilige una difesa a quattro, venendo schierato sia come centrale di destra che di sinistra. È il destro, però, il suo piede forte. Già parlato del suo vizietto per il gol: le sei reti nel 2016/17 ne sono la prova, così come la sua freddezza dagli undici metri. Centimetri, fisico e forza atletica per impreziosire la retroguardia di Bonatti.