Allegri a Sky: «Il merito delle vittorie è dei ragazzi, essere terzi è un bene»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Allegri a Sky: «Il merito delle vittorie è dei ragazzi, essere terzi è un bene»

Pubblicato

su

Allegri a Sky: «Il merito delle vittorie è dei ragazzi, essere terzi è un bene». L’intervista dopo la vittoria della Juve con la Lazio

Allegri ha concesso un’intervista ai microfoni di Sky Sport dopo Juve Lazio.

L’ANALISI – «E’ stata una bella partita sotto tutti i punti contro un’ottima Lazio che palleggia e gioca molto bene in verticale, ha molta tecnica. Abbiam concesso due tiri solo alla fine, infatti mi stavo arrabbiando se prendevamo gol. Però la squadra ha fatto bene. Nell’ultimo periodo i ragazzi hanno regalato delle vittorie, il merito è loro. Però non abbiamo fatto ancora niente perché dal 4 gennaio inizia la seconda parte della stagione. Essere lì è un bene. Speravo di arrivare a questa sosta con 4-5 punti di ritardo sulla quarta e invece siamo in una buona posizione».

NAPOLI – «Il Napoli fa un campionato a parte e quindi momentaneamente è così. Poi vediamo quando riniziamo. Nel calcio in una settimana può cambiare tutto».

CHE JUVE ASPETTARSI DAL 2023 – «Una Juve dove ci sono questi giovani che ci daranno ancora di più. Quelli che rientreranno daranno esperienza, tecnica e forza. Avremo una partita ogni 3 giorni e quindi più ne ho a disposizione e meglio è. Con le 5 sostituzioni le partite all’ultima mezzora cambiano. Stasera è la conferma di quello che è successo nelle partite precedenti perché i cambi hanno mantenuto alto il livello tecnico e l’hanno addirittura aumentato. Quando gli altri calano un po’ avere questa gestione della palla diventa fondamentale. Se quelli che entrano entrano male mettono in condizione la squadra di andare in difficoltà».

RISPOSTA A CHI AVEVA DATO PER MORTI – «Non so. Le spiegazioni che dai oggi nel calcio domani non contan più perché cambia tutto. Conta solo lavorare, cercare di fare bene e vincere le partite. Ci sono momenti in cui le vinci magari giocando meno bene, altre bene, fare la fase difensiva come fatta dalla Juve stasera che non era facile. C’è solo da lavorare e continuare a lavorare. Per il resto a volte sento dire tante cose, ma parlano solo per sentito dire. Quando non sei all’interno è difficile».

TANTE SCELTE PRIMA DI TROVARE I TITOLARI – «Pentito no, ci sono state delle scelte. Poi non rientra Pogba, non rientra Chiesa, si fa male Paredes. Fortunatamente ho dei giovani che all’inizio tenevamo in rosa – Miretti aveva già giocato l’anno scorso, Fagioli è stata una piacevole sorpresa soprattutto a livello difensivo e forza nelle gambe, Iling lo stesso, Gatti ha fatto bene…a volte le cose vengono per caso. Questa è adesso la Juventus. All’inizio c’erano giocatori diversi, Di Maria stava bene. Vedendo ora dici “si poteva far prima”, ma prima non si poteva fare. Le cose non andavano bene nemmeno prima col 3-5-2. In Champions non abbiam ofatto bene, in campionato tranne qualche passaggio a vuoto abbiamo sempre fatto qualcosa».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. P.I.11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.