Allegri: «Macchè Barcellona, pensiamo alla Sampdoria»

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico juventino: «Ora dobbiamo concentrarci solo sul campionato. A Marassi sfida importantissima». Out Chiellini, dentro Barzagli e ballottaggio Bonucci-Rugani

Vigilia di Juve-Sampdoria, turno di campionato che precede la pausa prevista per l’impegno delle nazionali. In sala stampa, a Vinovo, Massimiliano Allegri. Impossibile non iniziare a parlare del sorteggio-Champions che ha visto la Juve ‘pescare’ il Barcellona. Il tecnico juventino teme soprattutto che il pensiero di questa super-sfida faccia distrarre il gruppo dagli impegni del campionato: «Contro il Barcellona sarà una grande sfida ma non ha senso parlarne ora – mette in guardia Allegri – Inoltre non è un evento staordinario giocare un quarto di finale per la Juve, questa deve essere la normalità. Essere ogni anno tra le prime 8 deve essere una cosa normale per la nostra società. Quindi ora dobbiamo pensare solo alle altre 4 gare che ci aspettano prima della sfida contro i catalani: Sampdoria, Napoli 2 volte e Chievo».

Chiuso il capitolo Champions si analizza la gara in programma domani a Marassi: «Sarà quella più difficile delle prossime 4. Contro il Barcellona è facile per tutti avere stimoli. Domani invece sarà differente. Troviamo una squadra reduce da 7 partite in cui ha vinto 5 volte e 2 pareggi. La Sampdoria ha entusiasmo, ha un allenatore bravissimo che ha dato un gioco ben definito e non hanno nulla da perdere. Cercheranno di coronare il sogno di battere la Juve dopo aver vinto il derby della Lanterna. Ricordarsi la lezione di Udine? La Samp è squadra diversa dall’Udinese. Più che Udine dobbiamo ricordarci di Genova contro il Genoa dove prendemmo quei tre gol... Domani quindi dovremo fare una gara seria: passa da Marassi una grande percentuale dello scudetto. Ricordiamoci che non siamo ancora al sicuro non soltanto per lo scudetto ma neanche per il secondo posto. Ci mancano ancora tante vittorie prima del tricolore e Roma e Napoli le affronteremo fuori casa. Testa quindi solo al campionato, concentriamoci solo su questo. Mancano 8 vittorie per la matematica scudetto».

Massima attenzione al campionato quindi, poi verrà il momento di sfidare il Barcellona. Si chiude con un’analisi dello stato di salute di alcuni elementi della rosa e con la notizie che Barzagli giocherà titolare: «Chiellini non sta ancora bene e non andrà neanche in nazionale, cercherermo di recuperarlo al meglio per le prossime gare. Barzagli giocherà dall’inizio insieme a Bonucci o Rugani. Higuain? Può capitare di stare a secco qualche gara ma non mi preoccupa affatto. Marchisio sta bene, sta migliorando anche in allenamento, tra poco tornerà il vero Marchisio».

Articolo precedente
simone padoin cagliari juveSimone Padoin spegne 33 candeline
Prossimo articolo
andrea agnelliAndrea Agnelli arrivato a Vinovo