Andres Tello, un po’ di Juve ad Empoli

andres tello
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista colombiano classe ’96 Andres Tello è in prestito dalla Juve è c’è chi lo definisce il nuovo Cuadrado

E’ uno di quei 50 giocatori della Juve mandati in prestito un pò in tutto il mondo a farsi le ossa. Per poi magari tornare nella Vecchia Signora da giocatori affermati. Empoli, si sa, è una buona palestra, vedi i casi Giovinco, Marchisio e Rugani in tempi più recenti. L’ultimo juventino che si è fermato ad Empoli è Andres Felipe Tello Munoz: colombiano, vent’anni compiuti lo scorso settembre, di ruolo centrocampista. La Juve nota le sue 16 presenze (con un gol) da appena diciassettenne nella serie A del suo paese e lo preleva tramite un’acquisizione temporanea con opzione nel gennaio del 2015. Con la maglia bianconera solo sette presenze in Primavera, in cui saltò l’ultima fase del campionato perché convocato con la rappresentativa nazionale under 20 del suo paese.

L’OMBRA DI CUADRADO – Per uno che nasce come terzino destro, per poi essere spostato a centrocampo nelle vesti di moderno esterno offensivo, che fa della tecnica e della velocità le sue doti migliori, il paragone con Cuadrado è inevitabile. Per di più se c’è di mezzo la Juve. La struttura fisica è simile, anche se Andres Tello è decisamente più massiccio: 80 chili rispetto ai 71 di Cuadrado.

DA CAGLIARI AD EMPOLI – In questa stagione con l’Empoli Tello ha ingranato bene, conquistandosi subito una maglia da titolare nelle prime giornate. Poi però pian piano la panchina ha avuto il sopravvento con il mister Martusciello ad utilizzarlo per lo più a partita in corso. All’andata contro la Juve giocò tutti i 90′, domani sera dovrà nuovamente partire dalla panchina. L’ultima da titolare risale al 20 dicembre contro l’Atalanta. Molto meglio la scorsa stagione in B al Cagliari, culminata con la promozione in A e condita da 26 presenze e 2 reti. I tifosi sardi ancora non hanno ancora dimenticato la sua esultanza con balletto in occasione del gol contro la Salernitana, che scatenò il putiferio in campo. Ricordiamoci che comunque alla sua età Cuadrado giocava ancora in Colombia nell’ Indipendiente di Medellin. Il tempo quindi è dalla sua parte.

 

Articolo precedente
Arriva l’Empoli, vietati i cali di tensione
Prossimo articolo
khediraJuve, la lista dei 22 convocati per l’Empoli