Aronica a RBN: «La Juve sbaglia a vendere Dybala: ecco perché»

dybala
© foto www.imagephotoagency.it

Salvatore Aronica, ex giocatore della Juve ma anche ex compagno di Dybala al Palermo, ha parlato così di vari temi

L’ex giocatore Salvatore Aronica, che ha indossato la maglia della Juve e ha giocato con Dybala al Palermo, parla così ai microfoni di Radio Bianconera.

DYBALA AL PALERMO«Paulo era giovanissimo ed era stato pagato dal Palermo una cifra importante. Già si intravedevano le qualità di questo ragazzo, umile, perbene, educato e con grandi qualità tecniche che poi ha dimostrato alla Juventus».

DYBALA VIA «Vendere Dybala? Non credo la Juve faccia bene. La Juve ha sempre aggiunto top player all’organico e andarsi a privare di uno dei migliori giovani credo che non ne varrebbe la pena. Lui ha qualità che gli altri non hanno al momento. Perché venderlo? Forse perché Douglas Costa sta facendo bene il ritiro, Bernardeschi è un talento puro e la Juve vuole comprare un altro elemento e deve fare spazio. Per quello che l’ho conosciuto era molto mite, molto casalingo. Problemi caratteriali? Non credo. Penso che possa dare ancora tanto alla causa Juve. Pallone d’oro? Ancora non mi sento di proporlo ai vertici. Se fossi io a decidere lo terrei».

JUVE «La Juve di quegli anni lì aveva Del Piero, Conte… C’erano molti italiani e francesi. Era una Juve italiana e europea. Il calcio è cambiato notevolmente. Spero che la Juve possa vincere la Champions che ormai manca da molto. Pavel faceva parte del nostro organico, era un trascinatore con grandi qualità. I successi della Juventus dipendono anche da Nedved».

SARRI«Ho visto spesso i suoi allenamenti, è un allenatore preparato. Anche se i modi non sono proprio il stile Juve è preparato. Derby con Mazzarri? Walter ci metterà qualcosa di suo per non sfigurare nel derby della Mole. Con l’arrivo di De Ligt Sarri avrà un organico di tutto rispetto».