Connettiti con noi

News

Birindelli: «Dybala garantisce altri 10 anni ad alti livelli»

Pubblicato

su

Birindelli: «Dybala garantisce altri 10 anni ad alti livelli». Le dichiarazioni dell’ex terzino della Juventus

Alessandro Birindelli è stato intervistato da Il Posticipo.

SARRI – «Ha fatto un grande lavoro pur non avendo a disposizione la squadra che aveva in mente. La società ha scelto l’allenatore dopo aver fatto mercato e molto probabilmente Sarri non era la sua prima scelta. La Juve aveva puntato su altre figure, nel frattempo però doveva mettere in piedi una squadra. In panchina si è seduto un allenatore che ha idee di calcio diverse e che vuole giocatori con caratteristiche differenti da quelle dei giocatori comprati quest’estate. Sarri è stato bravissimo ad adattarsi e a portare questa squadra a vincere: ne esce vincitore, anche se bisogna vedere come finirà la stagione».

RONALDO – «È un grande campione che vorrebbero avere tutte le squadre. Poi ci sono aspetti tecnico-tattici che possono piacere o meno: come gioca, la necessità di modellare la squadra per esaltare le sue caratteristiche. L’acquisto di Ronaldo è stato una grande operazione a livello di marketing e di merchandising, un investimento importante sotto tanti punti di vista. Ronaldo fa sempre la sua parte in campo. Il mercato intorno a lui non è stato al ribasso: la Juventus ha colto alcune opportunità, alcune si sono rivelate positive altre meno. Penso che la società abbia agito al meglio in questi anni».

DYBALA – «Sul mercato l’anno scorso? La società ha fatto un grosso investimento con Ronaldo, gli unici che avevano mercato erano Dybala e Higuain e si è pensato di venderli: fortunatamente niente di tutto questo è andato in porto. Dybala garantisce un grande rendimento per altri dieci anni e poi sa determinare le partite: è un giocatore fondamentale per la Juventus».

CHAMPIONS – «Le possibilità della Juve in Champions? È stata una stagione particolare. Nessuno si aspetta che la Juventus possa vincere la coppa quest’anno: per questa ragione penso che possa essere l’anno buono».

Continua a leggere
Advertisement