Connettiti con noi

Hanno Detto

Bonatti: «Lucidi fino alla fine. Avevo pronosticato il gol a Cerri»

Pubblicato

su

Le dichiarazioni di Andrea Bonatti, allenatore della Juventus Primavera, dopo il 2-2 finale contro la Roma

(inviato al campo Ale&Ricky di Vinovo) – Pareggio nel recupero per la Juventus nel match del campionato Primavera contro la Roma. Andrea Bonatti ha parlato al termine del match pareggiato per 2-2 dai bianconeri.

PRESTAZIONE – «È stata una buona prestazione sotto tanti punti di vista, sia delle occasioni create sia dell’equilibrio, sia della gestione dei ritmi che era la cosa su cui puntavamo maggiormente. Siamo stati lucidi e freddi fino alla fine e giustamente premiati per la pazienza e la proposta in campo. Ci prendiamo questo pareggio con soddisfazione contro un avversario di assoluto valore. Resta il rammarico per i due gol che abbiamo concesso con due grosse ingenuità».

DA GRACA E CERRI – «Abbiamo una condizione di sistema, ci sono delle priorità. Abbiamo adottato questo cambio qualora ci fosse bisogno di lui domani. Ma ero convinto prima, indipendentemente dalle scelte, che Cerri potesse fare un’ottima partita. Gli avevo pronosticato il gol, ci sono stanti spunti positivi che vanno verso una crescita d’insieme. Da soli si ottiene poco, mi piace lo spirito di gruppo e il senso di appartenenza all’interno del sistema complesso Juventus».

RIENTRO CHIBOZO – «In quel momento con spazi stretti c’era bisogno di rapidità e tecnica. Abbiamo accelerato i tempi di inserimento che potevano essere prolungati a settimana prossima. Ma non c’era da fare una partita dispendiosa. Serviva un pizzico di euforia e siamo contenti per come si espresso».

RECUPERO CON L’EMPOLI E CLASSIFICA – «Guardo la classifica, ma non ci penso. Riguardarla significa comprendere a che punto siamo ma dobbiamo vivere di partita in partita per il percorso di crescita dei ragazzi. L’ultima partita aveva detto che stiamo acquisendo maturità, quella di oggi l’ha parzialmente confermato. Dobbiamo limare degli errori perché, come successo oggi, possiamo concedere del vantaggio agli avversari e una squadra completamente matura non può permetterselo».

APPROCCI AI DUE TEMPI SBAGLIATI – «Potrebbe sembrare così per il minuto in cui abbiamo preso i due gol, che è lo stesso. All’inizio della partita non eravamo completamente “sporchi”. Nel secondo tempo c’è stata una disattenzione madornale che ci deve far riflettere».