Calciomercato Juventus Women: due nomi nuovi per Rita Guarino

© foto www.imagephotoagency.it

Sfumato il sogno Claire Rafferty, la Juventus Women si è messo sulle tracce di due rinforzi: un esterno e un centrocampo

C’è voglia di chiudere in fretta, definitivamente, la sessione del calciomercato Juventus Women. Così da concentrarsi sin dall’inizio della stagione sul lavoro del campo. L’obiettivo del direttore generale del settore femminile bianconero, Stefano Braghin, è quello di completare la rosa entro la fine di questo mese, così da consegnare l’organico definitivo a coach Rita Guarino al primo giorno di raduno.

Calciomercato Juventus Women, i due nomi nuovi

Svanito il sogno Claire Rafferty, ingaggiata dal West Ham dopo aver annusato la possibilità di vestire la maglia bianconera, l’obiettivo in difesa potrebbe un nome già noto al calcio italiano: si tratta Aleksandra Sikora, classe 1991, la scorsa stagione al Brescia Calcio Femminile. E’ un esterno destro di spinta, che può giocare anche a sinistra e che ha nel tiro la sua arma migliore. Impressionò Milena Bertolini (adesso ct e in quel momento sulla panchina delle rondinelle) e il suo staff un paio di anni fa in una partita di Women’s Champions League, dove vanta una media incredibile, qualcosa come quindici reti in diciotto presenze. E’ tra le stelle della Polonia, avendo vinto praticamente tutto per tre stagioni di fila con la maglia del Medyk Konin e avendo meritato la fascia di capitano della Nazionale per il suo portamento sempre impeccabile. I contatti sono stati avviati, la sensazione è che su questo versante si possa giungere a breve a una conclusione positiva della trattativa.

L’altro rinforzo, invece, giunge a centrocampo. Quì il cerchio pare essersi stretto intorno alla nazionale olandese Jackie Groenen, medaglia d’Oro agli Europei dell’anno scorso. Curioso il trascorso della classe 1994, che fino a qualche anno fa aveva pure una carriera avviata nel judo. Da due anni in forza al Francoforte, si tratta di una incontrista di centrocampo, con una buona esperienza malgrado la sua giovane età, che nella stagione 2014/15 ha messo a segno due reti e collezionato venti presenza con la maglia del Chelsea. Niente male, insomma, per aumentare il livello tecnico della Juventus Women e tenere bassa la media d’età.

Articolo precedente
Mondiali 2018, Marocco-Iran: Benatia sconfitto all’esordio
Prossimo articolo
Zeman non cambia mai: «36 scudetti? La Juve non si rende conto»