Capello fa il paragone: «Per me più facile rispetto ad Allegri»

capello
© foto www.imagephotoagency.it

Intervenuto telefonicamente a Radio Deejay Fabio Capello ha parlato del passaggio al timone della Juve fra Conte e Allegri, paragonandolo al suo Milan ereditato da Sacchi

Fabio Capello, ospite telefonico sulle frequenze di Radio Deejay, si è soffermato per parlare di Juve e non solo. Interessante il confronto con Allegri. «Per me, quando arrivai al Milan dopo Sacchi fu più facile. Consideravo quella squadra ancora molto forte, Berlusconi mi chiese se era necessario cambiare quattro elementi, io gli risposi che erano i più forti al mondo. Io ereditai una squadra che dominava in Europa, Max è arrivato in una Juve che vinceva in Italia. Conte però voleva un mercato diverso, per quello penso che se ne sia andato.

DIMENSIONE EUROPEA– «Contro il Barcellona i bianconeri mi sono piaciuti molto. Hanno saputo soffrire, con grande umiltà e attenzione. Il Monaco è una grande sopresa, mi ricorda l’Ajax quando cominciò con i giovani. Giocano un calcio spumeggiante, anche se in difesa non sono molto forti»

Articolo precedente
Mbappé si prepara per la Juve con Totti
Prossimo articolo
juveJuve, e se la coperta fosse troppo corta per la Champions?