Connettiti con noi

Hanno Detto

Capello consiglia Dybala: «Se vuole restare alla Juve faccia così»

Pubblicato

su

Capello consiglia Dybala: «Se vuole restare alla Juve faccia così». Le sue parole ai microfoni del Corriere dello Sport

Fabio Capello è intervenuto ai microfoni del Corriere dello Sport. Di seguito le sue dichiarazioni.

ATLETICO MADRID – «Villarreal, Atletico, Real Madrid… oggi mi ha telefonato un giornalista spagnolo, mi ha detto che dalle sue parti va forte il calcio all’italiana. L’Atletico? Divertente, sì. Si è messo lì per non consentire al City di fare quello che voleva. L’obiettivo di Simeone era quello di non subire gol. Uno l’ha preso, ma adesso a Madrid può giocarsi la qualificazione».

CALCIO E QUALITÀ – «Noi siamo quelli della costruzione dal basso. I passaggi laterali, tanto simpatici scambi col portiere moltiplicati dalla regola che consente di passarsi il pallone all’interno dell’area. La ricerca immediata della superiorità numerica, come dicono quelli più bravi di me. Ah, importante: alla fine nel calcio vince la qualità, non c’è discussione. Foden fa due dribbling, serve De Bruyne e il gioco e fatto».

CAMBIAMENTI – «Oggi non esistono più i difensori e i portieri fanno bei regali, vedi uno dei tre gol di Benzema. Gli avversari non vanno aiutati e gente come Ancelotti, Simeone e Emery lo sa bene. Da noi la palla non gira velocemente, saltella, non scorre in modo fluido. E non farmi parlare degli arbitri».

ARBITRI – «Sono tutta un’interruzione. Fermano il gioco ad ogni secondo, i contrasti per loro sono sempre punibili e puniti e così le nostre squadre non imparano a tenere alto il ritmo. Siamo rimasti indietro, in tutti i sensi, il problema principale però è che quelli bravi non vengono più in Italia, così manca il confronto con i migliori».

VLAHOVIC – «Mi piace molto, ha velocità, struttura, voglia di fare bene e di migliorare, la testa è a posto. Si muove da attaccante d’area, ma sa anche lavorare per la squadra. Max ha ragione quando dice che deve imparare a giocare in un top club. E quindi, oltre che per la squadra, con la squadra, governando pressioni e tensioni, le tante fasi della partita».

DYBALA – «Deve pregare di non farsi più male, è solo questo il suo problema. Lo vogliamo discutere tecnicamente? Negli ultimi due anni ha avuto noie di ogni genere, anche un’infezione urinaria, e ha giocato troppo poco. Se in salute, è un top. Un consiglio? Stai bene a Torino? Proponi alla Juve un contratto di un anno, sfidala, rimettiti in gioco e dimostrale di nuovo quanto vali».

ZANIOLO – «Stesso discorso, ha avuto due infortuni gravi, è stato vero 18 mesi, un anno e mezzo. Deve solo ritrovarsi atleticamente. Recuperi la fiducia nel proprio fisico, l’esuberanza, la buona tecnica non gli manca».

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.