Cellino: «Demonizzate la Juve, ma Agnelli avrebbe giocato a porte chiuse»

© foto www.imagephotoagency.it

Cellino: «Demonizzate la Juve, ma Agnelli avrebbe giocato a porte chiuse». Il presidente del Brescia sul rinvio di Juve-Inter

Massimo Cellino, presidente del Brescia, in un passaggio della sua vulcanica intervista al Corriere dello Sport, ha anche parlato direttamente di Juve-Inter.

JUVE-INTER – «La grande ca**ata è stata quella di rinviarla sabato mattina. Si doveva giocare a porte chiuse. Stop. Si giocava e basta. Il problema è diventato solo Juve-Inter. E questo mi mortifica, perché in Serie A ci sono venti società e non due: non si può continuare a lavorare per due sole società. Si sta demonizzando la Juve, tutti le stanno dando addosso. Ma io ho parlato con Andrea Agnelli: la Juve avrebbe giocato a porte chiuse».

MAROTTA – «Difende gli interessi dell’Inter, deve tenere conto di certe problematiche. Mi è stato detto che non potevamo trasmettere Juve-Inter a porte chiuse a livello mondiale perché avremmo dato il messaggio che l’Italia ha un problema. Ma ce l’abbiamo o no il problema? Vogliano far finta di niente? Se il problema c’è, eccome se c’è, allora è inutile nasconderlo. Campionato falsato? Se non si gioca a porte chiuse e tutti insieme allora sì, lo sarà irrimediabilmente. Anzi, già così è un campionato falsato. Dobbiamo rimediare presto».