Connettiti con noi

News

World Down Syndrome Day: anche Chiellini scende in campo con gli Insuperabili – VIDEO

Pubblicato

su

World Down Syndrome Day domenica 21 marzo: anche Chiellini scende in campo con la Onlus Insuperabili

Un video per portare alla luce le difficoltà vissute dagli atleti affetti dalla Sindrome di Down nell’ultimo anno, caratterizzato dall’emergenza Covid. E’ questa l’iniziativa della Onlus Insuperabili per celebrare la “World Down Syndrome Day” di domenica 21 marzo. Il filmato racconta le problematiche dei ragazzi, spesso dimenticati dalla narrativa nonostante facciano parte di una delle categorie più vulnerabili. Infatti, in questi mesi le ospedalizzazioni che hanno riguardato soggetti con Sindrome di Down sono state nove volte superiori rispetto alla media nazionale. Un periodo complicato, che ha inoltre privato i ragazzi di alcuni degli aspetti più importanti della loro vita: la socialità e l’integrazione.

L’appello del Testimonial Giorgio Chiellini: «Domenica 21 marzo si celebra il ‘World Syndrome Down Day’, la giornata mondiale sulla Sindrome di Down. In questo periodo di emergenza globale, molti ragazzi hanno visto la loro vita stravolta. La Onlus Insuperabili, attraverso le sue diciassette Academy presenti sul territorio nazionale, cerca anche in un momento così complicato – spiega il capitano della Juventus e della Nazionale – di aiutare quotidianamente tanti atleti disabili per mezzo del calcio, promuovendo valori quali la socializzazione e l’integrazione. Oggi più che mai non dobbiamo dimenticarci di supportare questi ragazzi, privati dal Covid di una parte fondamentale della loro vita: la possibilità di divertirsi e di crescere insieme, nel rispetto reciproco».

Un messaggio a cui fa seguito l’invito rivolto da Davide Leonardi, Presidente della Onlus Insuperabili: «Esattamente un anno fa, il 21 marzo 2020, abbiamo dovuto annullare il nostro primo evento. Dopo dodici mesi, purtroppo, non è cambiato niente. Sono stati giorni complicati, ma in questo periodo i ragazzi ci hanno insegnato con il loro sorriso e con la loro gioia l’importanza dello spirito di adattamento. Abbiamo cercato di portare comunque avanti le nostre attività, inventando rubriche virtuali quali l’Home Training, lo SmartWorkIN e la Virtual Cup. Nonostante i ragazzi abbiano dovuto vivere questi allenamenti in  solitaria, l’impegno è stato massimo. Nessuno ha mai pensato di mollare e ancora una volta è stata la loro allegria contagiosa a donare energia a tutto il nostro staff. Ma non dobbiamo dimenticarci di quanto sia fondamentale l’attività fisica e che ruolo svolga la socialità all’interno della loro vita. Non possiamo restare indifferenti. Apriamo gli occhi».

Advertisement

Facebook

Advertisement