Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Chiesa ha convinto tutti in 5 mesi: il riscatto Juve è una formalità

Pubblicato

su

Chiesa ha convinto tutti in 5 mesi: è stato il vero affare dell’ultimo mercato. Il riscatto Juve è una formalità

Sono bastati 5 mesi a Federico Chiesa per conquistare la Juventus, la fiducia di tutti. Divenuto bianconero nell’ultimo giorno di mercato della sessione estiva (l’ufficialità sul gong del 5 ottobre) il classe ’97 è stato prelevato da Paratici – dopo lunghissimo corteggiamento – perché perfettamente congeniale alle allora embrionali idee di Pirlo. Le polemiche per il suo passaggio dalla Fiorentina e gli scetticismi per una valutazione massimale da 60 milioni di euro sono stati spazzati via dalle prestazioni più che convincenti dell’esterno bianconero. Ne raccontano bene la stagione questi numeri: 33 presenze complessive impreziosite da 12 gol e 9 assistenze. Ma particolare attenzione va prestata anche alla crescente incidenza che Chiesa ha acquisito nell’ultimissimo periodo visto che nelle ultime 7 partite disputare dalla Juve il figlio d’arte ha partecipato in maniera decisiva (gol o assist) a 7 delle 17 reti bianconere.

Per un esordiente in Juventus sono dati che stupiscono, ma forse neanche troppo visto che alla Continassa sono sempre stati perfettamente convinti del valore assoluto e della tempra di Chiesa. «Non è facile arrivare alla Juventus da altre squadre. È comunque impegnativo mentalmente, soprattutto i primi mesi sono difficili. Lo hanno partito anche grandi campioni. Su Chiesa eravamo convinti, al di là delle doti tecniche, avevamo visto il carattere da Juve, sia nel modo di giocare sia di interpretare le partite», sono le parole al miele recentemente spese per lui da Fabio Paratici. Parole che nella prossima stagione si trasformeranno quasi automaticamente nel riscatto di Federico dalla Fiorentina. Completato l’esborso dei 10 milioni per il prestito biennale oneroso la Juve avrà il diritto d’acquisto definitivo, che diventa obbligo al raggiungimento di alcuni obiettivi sportivi nel 2021/21. II corrispettivo pattuito per l’acquisizione definitiva, in entrambi i casi, è pari a € 40 milioni, pagabili in tre esercizi, e potrà essere aumentato, nel corso della durata del contratto di prestazione sportiva con il calciatore, per un ammontare non superiore a € 10 milioni al raggiungimento di ulteriori obiettivi: si arriva così ai 60 milioni di cui sopra. Ma, detto di cifre e formule, il club bianconero non prescinderà da Chiesa per il futuro.

LEGGI ANCHE: Scudetto Juve: Allegri, Conte e i 91 punti. Basta davvero vincerle tutte?