L’ex juventino Coman ha pensato al ritiro: «Mi sono fatto delle domande»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex juventino Coman ha pensato al ritiro: «Mi sono fatto delle domande». L’esterno offensivo del Bayern si racconta

Kingsley Coman, esterno offensivo del Bayern Monaco ex Juventus, ha confessato di aver pensato al ritiro nel 2018. Il motivo? I tantissimi infortuni che hanno falcidiato si qui la breve carriera del classe ’96.

PENSIERO RITIRO – «Ho avuto una vite nel piede per sei settimane, non potevo fare nulla. La riabilitazione è stata durissima e mi sono iniziato a porre delle domande. Se gli infortuni fossero stati separati da uno o due anni, non sarebbe successo nulla, ma mi sono fatto male alla stessa caviglia per tre volte in un anno. Non ho percepito la cosa come una debolezza personale, ma nella mia testa sono emersi certi tipi di pensieri».

GESTIRSI – «Non sono ancora vecchio, ma so cosa significa giocare ogni tre giorni. Non posso più fare uno scatto al minuto per dieci partite di fila. Sono maturato molto. Sento di essere in un club che ripone ancora fiducia su di me nonostante tutti gli infortuni avuti e la cosa è molto importante per me».

Condividi