Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Giampaolo post Sampdoria Juve: le dichiarazioni

Pubblicato

su

Conferenza stampa Giampaolo post Sampdoria Juve: le dichiarazioni del tecnico blucerchiato dopo la partita di Marassi

Marco Giampaolo ha parlato in conferenza stampa dopo Sampdoria Juve. Le sue parole riprese da TMW.

RAMMARICO – «Non sono rammaricato per questi episodi. Mi rammarico quando la squadra rinuncia. Oggi credo che la Samp abbia fatto una partita giusta, come doveva fare, poi dentro la partita ci sono pezzi in cui si poteva far meglio. Non è mancato l’impegno e la convinzione. Credevo si potesse riaprire la partita. Avevo buone sensazioni che se avessimo segnato, avremo reso dura la vita alla Juventus. Sul rigore è stato bravo il portiere. Sul 2-1 abbiamo avuto un’occasione con Conti. Questa è stata una partita seria».

SBAGLIATO SITUAZIONI DECISIVE«Yoshida correva verso la porta. In questi episodi c’è poco da dire. Non riesci a correggerle, su tutto il resto si può intervenire attraverso il lavoro, gli approcci e tante cose. L’episodio in sé rimane un episodio. Posso arrabbiarmi se non fai prestazioni e sei rinunciatario. Non è questa la partita in cui dobbiamo rimproverarci cose».

RIGORE COLLEY KEAN «Quella è una decisione da campo non da VAR. E’ stato bravo Kean a fermarsi e farsi tamponare. Diciamo che i primi due gol sono nati da situazioni particolari perchè la squadra era partita bene ma sotto di due gol, così come sono arrivati è una bella mazzata, ma mi è piaciuta la reazione».

QUESTIONE PSICOLOGICA«Le tensioni le devi avere quando giochi partite importanti. Questa sconfitta è maturata giocando, facendo prestazioni serie. Le altre due le abbiamo commentate già. Questa settimana abbiamo lavorato sugli errori delle partite passate. La squadra ha lavorato bene e con attenzioni. Le disposizioni sono state rispettate. Da quando sono qui partite così ne abbiamo fatte tante, con questi contenuti».

SABIRI E GIOVINCO – «Diamo fondo a tutte le risorse della Samp. Tutti devono essere importanti per la causa Samp. Poi ne posso far giocare undici».

FALCONE«È stata una buona prestazione anche la sua. Non è che i giocatori non possono stare sotto processi. Falcone, come tutti, si guadagna la maglia col lavoro settimanale».