Conferenza stampa Nedved: «Tanti cambiamenti, ma vogliamo vincere» – VIDEO

Conferenza stampa Nedved: nel giorno della vigilia di Parma Juve, il vice presidente parla in presentazione della sfida di Serie A 2019/20

Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, ha parlato in sostituzione di Maurizio Sarri alla vigilia di Parma-Juve e della nuova stagione.

Prende la parola Nedved

«Buongiorno a tutti, ci sembrava corretto essere qui visto che iniziano le competizioni ufficiali. Maurizio Sarri ha la polmonite, rispoderò io alle domande. Vi porto i suoi saluti, tornerà dopo la sosta. Per la nostra società sono stati fatti grandi cambiamenti: abbiamo cambiato allenatore, staff tecnico, staff medico. Siamo convinti delle nostre scelte e crediamo porteranno frutti. Ma non è un momento di transizione: la Juve è fatta di lavoro, sacrifici e obiettivi massimali. Vogliamo vincere anche quest’anno. Sarri sta facendo un ottimo lavoro, la squadra lo sta seguendo. Si stanno formando nei calciatori le idee che vuole lui. Siamo fiduciosi».

ATTACCANTI SUL MERCATO – «Faccio il punto sulla squadra. È fatta di 24-25 elementi come ogni anno. C’è concorrenza e i ragazzi lo sanno, siamo stati chiari. Ognuno deve fare il professionista ed essere pronto quando verrà chiamato».

MERCATO BLOCCATO – «Non sono io che dovrei rispondere, se ne occupa Paratici. Il mercato è fatto dall’inizio alla fine, non è ancora finito. Anche se non è una grande cosa per i calciatori che continui a stagione iniziata. Paratici ha fatto grandissime cose. Abbiamo fatto operazione molto grandi, anche in uscita con Kean e Cancelo. Il mercato non è chiuso. Coglieremo delle occasioni se ci saranno, vantaggiose per noi e i calciatori. Siamo aperti a tutto».

JUVE DI SARRI – «Abbiamo sempre grandi ambizioni. Siamo fatti per vincere e ci proveremo anche quest’anno. Abbiamo fatto dei grandi cambiamenti e ci saranno delle difficoltà nell’assimilare il gioco. Ma la squadra sta rispondendo bene e abbiamo due giocatori importanti per ruolo. Ci sentiamo forti».

INTER – «Sfida sul mercato? Solo sul campo. Ci fa effetto. Conte ha vinto con noi sia come giocatore sia come allenatore. Sappiamo che è forte. Lo stesso posso dire di Marotta. Hanno creato una squadra per vincere lo scudetto».

GIOCATORE COME NEDVED – «Ne abbiamo 24-25 a livello mondiale. Siamo una forza europea, i nostri obiettivi sono chiari. Uno come me? Non lo so, ditelo voi. Ma abbiamo una rosa molto forte».

CONDIZIONI SARRI – «La polmonite non è una cosa semplice. Lui è un grande lavoratore e vorrebbe essere sempre in ufficio e sul campo. Adesso sta meglio. Ovviamente ci sono delle difficoltà per noi, le abbiamo già vissute nel 2012/13 con Conte. Sappiamo a cosa andiamo incontro. È sempre meglio avere l’allenatore in panchina, è ovvio».

CONTI E PLUSVALENZE- «Con il mercato aperto possiamo cogliere opportunità, ma non dobbiamo rincorrere cessioni. I conti sono a posto così, se ci saranno necessità faremo qualcosa, se no resteremo come saremo».

ICARDI – «Non sono qui per parlare di giocatori delle altre squadre. Il mercato purtroppo è ancora aperto, quando si inizia a giocare bisognerebbe avere delle certezze. Non ne voglio parlare»

RUMORS – «Ho già risposto. Preferirei ci fosse il mercato chiuso per le varie ripercussioni. Lo so perché sono stato calciatore. Ma non ci deve influenzare, abbiamo parlato coi calciatori e il loro dovere è essere disponibile per il mister e giocare al meglio delle loro capacità».

SCUDETTO – «Sta nascendo un bel campionato. Molte squadre si sono rinforzate: oltre a Napoli e Inter anche la Fiorentina e tante altre. Non importa se siamo in pole position, l’importante è vincere domani».

DYBALA – «Dybala non può essere un problema perché è un grandissimo giocatore. Siamo contenti di averlo. Maurizio lo sta utilizzando come falso nove e sta facendo bene. Anche se è partito dopo e magari ha la gamba più leggera»

OBIETTIVO – «Vincere tutte le competizioni, è sempre stato così. Giocheremo tutte le competizioni per arrivare in fondo, non avendo preferenze».

RABIOT – «Non mi ha stupito. In passato lo abbiamo seguito molto. Paratici l’ha portato qui con un grande lavoro. Sarà un giocatore importante ma dobbiamo ricordarci che non ha giocato per tanti mesi. Avrà bisogno di tempo per inserirsi».

CHAMPIONS – «È un obiettivo, non un’ossessione. Campionato, Coppa Italia, Supercoppa e Champions sono tutti obiettivi per cui giocare al massimo delle forze. Ogni partita nella Juve si gioca per vincere».

HIGUAIN – «È un giocatore della rosa, molto forte. Uno dei due-tre centravanti più forti del mondo. Ha tutto: velocità, fisico, tecnica, tanti gol. Siamo contenti che sia con noi e conosce Sarri, quindi è facilitato. Anche lui ha fatto un ottimo pre campionato».

BRASILIANI – «Sono tutti bravi, abbiamo riunito Danilo e Alex Sandro dopo il periodo al Porto. Douglas Costa mi piace molto. Sperò farà un’ottima stagione. Il suo potenziale è molto più alto di quello che ha fatto finora».

CERTEZZA – «Sono i giocatori. Si è formato una delle squadre più forti d’Europa. Abbiamo fiducia in loro e nel tecnico che avrà il tempo giusto per fare il suo gioco».