Conferenza stampa Pioli post Juve Milan: le parole del tecnico

© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Pioli post Juve Milan: il tecnico rossonero parla della prestazione della squadra al termine del match

Stefano Pioli ha parlato dopo il match tra Juve e Milan. Le parole del tecnico rossonero in conferenza stampa.

LA GARA«Cosa dico alla squadra? Che dobbiamo insistere, perché la prestazione è stata positiva. Non ancora sufficiente per portare a casa la vittoria, dobbiamo ancora gestire meglio delle situazioni».

GOL SUBITI NEL FINALE «Se stiamo subendo tanti gol nell’ultimo quarto d’ora vuol dire che dobbiamo fare meglio nella gestione della partita. Abbiamo subito gol con la difesa piazzata sicuramente meglio rispetto alla Juventus, dobbiamo migliorare. C’è anche lo spirito giusto, ma anche oggi è mancato quel pelino che ci avrebbero fatto comodo per portare a casa i risultati. Devo chiedere di più, vuol dire che dobbiamo fare meglio. Il Milan non può stare lì, devono saperlo tutti me compreso».

GIOCO «La squadra non ha giocato in punta di piedi, tutti hanno lavorato per il bene della squadra. Ha lottato, ha giocato bene nei contrasti, sgomitando un avversario superiore. C’è mancato solo quel pizzico di cattiveria in più che serve per portare a casa il risultato».

CLASSIFICA «Dobbiamo essere preoccupati, così da preparare meglio le partite. Ci servirà per tirar fuori qualcosina in più. Da mercoledì la classifica sarà appena ovunque questa classifica, dovrà servire da stimolo».

PREPARAZIONE – «Abbiamo cercato ad essere più stretti possibile, con un paio di giocatori tra le linee che potessero metterli in difficoltà. Su alcune cose non siamo riusciti ma la partita, credo, l’abbiamo interpretata bene».

MOMENTO«Non credo oggi si potesse pensare che non c’era nulla da perdere. Avevamo tutto da guadagnare, ci sarebbe tornato utile un risultato positivo. I ragazzi non sono leggeri in questo momento, l’hanno interpretata bene. Non c’è male a dire che in questo momento la Juventus è più forte di noi, a noi ci manca quel qualcosina in più per vincere le partite. Ci manca ancora qualcosa».