Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Pioli post Juve Milan: le parole dell’allenatore

Pubblicato

su

Conferenza stampa Pioli post Juve Milan: le parole del tecnico dopo la sfida valida per la 35ª giornata di Serie A

Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa dopo la partita tra Juve e Milan. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.


ANALISI – «Non esistono partite perfette ma ci siamo andati vicini. Attenti, determinati, con grande spirito. Vincere è stato difficile e importante ma pensiamo alla prossima. Saranno due settimane da vivere con grande attenzione».

SCUDETTO – «Percorso iniziato poco tempo fa, per vincere ci vuole tempo e investimento. Siamo molto giovani, siamo stati i migliori per volontà e spirito a lungo. Non era nostro obiettivo, ora conta come finiremo il campionato. Troppo contento per i tifosi del Milan, oggi a Milanello ci hanno data una carica incredibile».

BRAHIM DIAZ TITOLARE E RISCATTO TOMORI – «Tutte le volte prepariamo delle strategie per le singole partite. Pensavo di giocare coi due trequartisti. Ho la fortuna di avere calciatori disponibili e pronti. La nostra intenzione per Tomori è chiara e anche quella del ragazzo, ma vedremo a fine campionato».

GRATIFICAZIONE – «Mi sento gratificato quando vedo una squadra che ci crede. Vincere qui non mi era mai successo e non era ai successo al Milan: è una soddisfazione per tutti».

MENTALITA’ – «L’aspetto più bello della squadra è che stiamo crescendo molto in questo aspetto. Sappiamo interpretare le partite e stare nelle difficoltà. Abbiamo lavorato bene dietro perché l’abbiamo fatto anche davanti. Poi che Kjaer sia un giocatori di riferimento per me e per la squadra non ci sono dubbi».

APRIRE UN CICLO – «Noi stiamo gettando le basi per costruire una squadra vincente, stiamo combattendo per questo. Tanti giocatori stanno dimostrando di poter essere di alto livello. Chiaro che tutti gli anni bisogno inserire qualcosa di nuovo e migliorarsi».

IBRAHIMOVIC – «Preoccupato sì perché non stava già bene in settimana, ha stretto i denti e aiutato la squadra come al solito. È un po’ dolorante a questo ginocchio, le valutazioni fatte in settimana avevano escluso problemi ma con l’andare della partita il dolore è aumentato».