Conferenza stampa Sarri post Juve-Parma: le parole del tecnico

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Sarri post Juve-Parma: il tecnico bianconero parla della prestazione della squadra al termine del match

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, parla in conferenza stampa al termine del match di campionato tra i bianconeri e Parma.

LA GARA – «L’ultima cosa di cui ho voglia è di sentire campionato chiuso o riaperto ogni domenica. L’importanza è tutta nella gara da vincere, abbiamo fatto una partita più sporca rispetto alle ultime uscite. Potevamo chiuderla dopo il 2-1, ho mandato un segnale alla squadra inserendo Higuain. Nei minuti finali abbiamo avuto un po’ di sofferenza ma sappiamo soffrire meglio rispetto ai mesi scorsi».

MENTALITA’ «Io penso sia un discorso di mentalità. Sono sempre dell’idea che le partite in cui aggredisci sono quelle in cui spendi meno fisicamente e mentalmente. Alla fine penso che se riesci ad avere un grande predominio sulla partita, il dispendio di energie è minore. Il Parma sulle pressioni viene via lungo, è fisico, le problematiche possono venir fuori anche da questo. A volte noi ci mettiamo a palleggiare al limite della nostra trequarti, ma dovremmo uscire velocemente dalla metà campo e aggredire quella avversaria».

CRISTIANO RONALDO«Io penso sia un fatto di condizione fisica e mentale: lui ha avuto un periodo in cui è riuscito ad allenarsi con continuità ed essendo un animale che si nutre di gol, lo ha messo in grande fiducia. Ha numeri fuori categoria, è un connubio tra condizione fisica e fiducia».

LAZIO«Abbiamo sbagliato una partita e mezzo. Noi siamo in grado di contrastare qualsiasi avversario. L’abbiamo fatto anche a Roma contro la Lazio nei primi 45 minuti».

RABIOT E CENTROCAMPO«Deve migliorare sotto porta, non segnava tanto nemmeno nel campionato francese, ha tutte le caratteristiche per farlo. L’importante in questo momento è che stia salendo nel rendimento, sta salendo nella condizione fisica e negli inserimenti. Rabiot ha fatto 7 partite delle ultime 8».

ALEX SANDRO – «Dopo pochi minuti ha detto di aver dolore e che non ce la faceva a continuare. Ancora non ho visto il dottore, non ho indicazioni».

DYBALA «Arrabbiato? Pazienza. Io vado a letto e dormo. Sono anche costruzioni giornalistiche, a volte uno è nervoso perchè ha sbagliato anche l’ultimo pallone».

DE LIGT «Ha fatto 22 partite da titolare su 27, doveva tirare il fiato, spendeva energie anche per imparare la lingua, la cultura, energie mentali. Complici gli acciacchi fisici, ha tirato un po’ il fiato. Ora ha ripreso la sua crescita continua».

 

Condividi