Juve Barcellona, ecco perché Cristiano Ronaldo può ancora giocare

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Cristiano Ronaldo è asintomatico, il tampone cui sarà sottoposto all’antivigilia del match stabilirà se potrà giocare in Juve Barcellona

E’ una corsa contro il tempo, per Cristiano Ronaldo. Che vuole esserci a tutti i costi contro il Barcellona, mercoledì prossimo allo Stadium, per sfidare ancora una volta Messi. Il campione portoghese si trova all’interno del proprio domicilio torinese, è asintomatico e prova a mantenere la forma migliore allenandosi in casa. Il club nelle ultime ore ha provveduto a mantenere vive le sue speranze.

PROTOCOLLO UEFA. Vengono esclusi categoricamente dalla lista degli arruolabili per una gara di Champions, infatti, i tesserati che presentano sintomi già sette giorni prima dall’evento sportivo. Ai positivi asintomatici, invece, viene concessa la possibilità di sottoporsi al test tampone nell’ultima tornata a ridosso dell’evento, all’antivigilia del match. Questo perché si presuppone che la bassissima carica virale di un asintomatico potrebbe essere smaltita nel giro di qualche giorno.

ASINTOMATICO. Ecco perché lo staff medico di Juventus ha provveduto a inviare tutta la documentazione necessaria per descrivere l’asintomaticità di CR7, che si sottoporrà al test tampone lunedì prossimo come tutti gli altri tesserati bianconeri. Sarà evidentemente l’ultimo momento utile per prendere parte al match, pur non avendo preso parte agli allenamenti di squadra nelle ultime settimane. Nel caso di test negativo, Ronaldo sarà a disposizione di Pirlo e potrà aggiungere un’altra puntata alla lunga serie di sfide con Messi.

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo ancora positivo al Covid? Lui risponde così

Condividi