Crotone-Juve: ecco i cinque doppi ex che non ricordavi

© foto www.imagephotoagency.it

La Juve riprende il suo cammino in Serie A nella gara contro il Crotone: ecco i cinque doppi ex che non ricordavi

La Juventus riprende la sua corsa in Serie A da Crotone. I bianconeri sono rimasti a “riposo forzato” nel terzo turno di campionato per la vicenda relativa alla mancata partenza del Napoli alla volta di Torino, caso ancora sub iudice e senza un verdetto. La Juventus è partita forte contro la Sampdoria, con la prima di Pirlo che ha incuriosito tutti con un’idea di gioco precisa e applicata alla perfezione dai bianconeri. La seconda gara della stagione però ha minato alcune certezze: il 2-2 alla Roma, in rimonta ed in inferiorità numerica dopo l’espulsione di Rabiot, ha lasciato qualche dubbio. Toccherà dunque a Pirlo sciogliere gli ulteriori interrogativi nella gara dell’Ezio Scida in programma sabato alle 20.45. Il Crotone di Giovanni Stroppa ha trovato subitoo qualche difficoltà con la Serie A: tre sconfitte in altrettante gare con ben 10 reti subite. Tutto sembra apparecchiato per il trionfo bianconero ma Crotone è un campo ostico per la Juve, come ricorda la rovesciata di Simy di due anni fa.

Crotone e Juventus sono legati anche da una serie di insospettabili doppi ex. Un grande facilitatore del passaggio di ex bianconeri alla squadra calabrese è stato senza dubbio Gian Piero Gasperini che dopo aver guidato la Juve Primavera assunse la guida tecnica del Crotone. Lo seguirono diversi calciatori tra cui Ilyos Zeytullayev, arrivato a Crotone nel 2006. Partendo proprio da Gasperini, ecco i cinque doppi ex della gara.

Gian Piero Gasperini

Gian Piero Gasperini è partito dalla Juventus nella scalata alla vetta degli allenatori italiani. Il tecnico nativo di Grugliasco è senza dubbio alcuno uno dei migliori tecnici italiani ed europei, dimostrando che la sua idea di calcio è applicabile anche alla competitività della Champions League. Gasperini nel 1994 entra a far parte dello staff del settore giovanile della Juventus, assumendo poi la guida tecnica della Primavera che vinse il Torneo di Viareggio nel 2003. In quella Primavera c’erano tanti calciatori arrivati poi alla ribalta nazionale: Mirante, Cassani, Gastaldello, Konko, Olivera. Nell’estate 2003 Gasperini viene scelto dal Crotone per la scalata dalla Serie C e la promozione in B: obiettivo raggiunto il primo anno. La stagione successiva Gasperini venne esonerato per poi essere richiamato nell’estate del 2005.

Federico Bernardeschi

Federico Bernardeschi potrebbe fare il suo esordio stagionale proprio contro la sua ex squadra, il Crotone. Il numero 33 si è ripreso dall’infortunio e si sta allenando con il gruppo guidato da Andrea Pirlo. Cresciuto nel vivaio della Fiorentina, Bernardeschi gioca la sua prima stagione da professionista (2013/2014) con la maglia del Crotone in Serie B. Grandissima annata che mostra a tutti il talento di Bernardeschi: con la maglia 29 rossoblu, Bernardeschi mette a segno 12 reti in 38 partite, portando il Crotone ai playoff di Serie B. L’anno successivo Bernardeschi fa ritorno alla base, esordendo in Serie A. Nel 2017, poi, il grande salto alla Juventus con fasi alterne: grandissime partite (come ad esempio quella di Champions League contro l’Atletico Madrid) e fasi di grandi difficoltà. Pirlo però potrebbe rilanciarlo.

Matteo Paro

Twiiter – IG | iF10HQ

Altro doppio ex sempre legato alla Juventus Primavera di Gian Piero Gasperini. Matteo Paro fa il suo esordio con la Juventus tra professionisti in Champions League prendendo il posto di Antonio Conte nella gara contro la Dinamo Kiev. Esordisce anche in Serie A, nel maggio 2003 in un Reggina-Juventus 2-1. Si trasferisce al Crotone allenato da Gian Piero Gasperini con cui disputa un’ottima stagione. Passa per Chievo e Siena per poi ritornare alla Juventus in Serie B, siglando il primo storico gol bianconero in cadetteria contro il Rimini. Gli infortuni frenano la sua carriera: nella stagione 2015/2016 ritorna a Crotone dove appenderà le scarpette al chiodo. Ora Paro è all’Hellas Verona, assistente in panchina di Ivan Juric.

Abdoulay Konko

Altro prodotto della Juventus Primavera di Gian Piero Gasperini. Konko ha calcato i campi di Serie A per tanti anni: si ricordano soprattutto le sue stagioni con la maglia della Lazio e del Genoa. Anche esperienza all’estero per il terzino francese, con la maglia del Siviglia. Konko, spesso aggregato alla prima squadra nella stagione 2003/2004, non ha mai esordito con i grandi. Nell’estate del 2004 si trasferisce a Crotone, sotto la guida di Gasperini, e resterà lì fino al termine dell’esperienza del tecnico di Grugliasco che poi lo rivorrà al Genoa. Con la maglia del Crotone 74 presenze per Konko condite da 7 gol.

Luca Marrone

Sabato sera la Juventus potrà affrontare da vicino un altro frutto del suo settore giovanile. Luca Marrone, infatti, è un nuovo calciatore del Crotone, a titolo definitivo. Il classe 1990, ormai è stabilmente un difensore centrale dopo aver giocato a centrocampo con la maglia della Juventus. Tre Scudetti vinti e una Supercoppa Italiana in bianconero, con 23 presenze e 1 gol, contro l’Atalanta nel giorno dell’addio di Del Piero.

LEGGI ANCHE: Crotone-Juve, Pirlo lancia la novità: sorpresa in vista tra i titolari?

Condividi