Connettiti con noi

Hanno Detto

Da Graca: «Dybala idolo, Vlahovic cattivo. E quel retroscena con Ronaldo…»

Pubblicato

su

Cosimo Marco Da Graca, attaccante della Juventus U23, si racconta in una lunga intervista a Tuttosport: le sue parole

Cosimo Marco Da Graca ha parlato ai microfoni di Tuttosport.

RIMONTA COME CON L’ATLETICO – «Ero allo stadio in quella notte speciale e mi vengono ancora i brividi se ci penso. Riguarderò Juventus-Atletico per caricarmi. E speriamo porti bene con il Padova».

SE PASSA LA JUVE – «Se passiamo il turno rinuncio a due mesi di Playstation, la mia principale passione dopo il calcio. Ma pur di realizzare il sogno della Serie B , sarei anche disposto a tingermi i capelli di biondo».

IDOLO – «Dybala. Avevo la sua maglia rosanero e ho fatto il raccattapalle nell’ultima partita di Paulo al Barbera. Una volta, mentre ero nella vasca del ghiaccio con Dybala, gliel’ho detto. Ma lui non ci credeva, così gli ho mostrato le foto».

GIOCARE CON DYBALA«Durante i primi allenamenti con la prima squadra mi sembrava di essere all’interno di un sogno, poi pian piano ci si abitua. E’ stato pazzesco giocare con Paulo. Mi sono emozionato anche domenica, vedendolo piangere».

VLAHOVIC – «Ho seguito una serie di tiri in porta di Dusan: ha una cattiveria incredibile».

PRIMA SQUADRA – «Due momenti fantastici. La musichetta della Champions fa venire la pelle d’oca. Ogni tanto guardo le foto di quella partita. Più le osservo e più cresce la voglia di lavorare per meritarmi altre notti così».

RONALDO – «Un giorno mi ha detto: “Quando sei vicino alla porta c’è solo un segreto, restare tranquilli”. Ma non dimenticherò mai nemmeno la volta in cui, durante un ritiro pre gara mi ha invitato in camera sua assieme a Portanova».

SOGNO – «Battere il Padova con due gol di scarto. E poi esordire anche in Serie A con la Juve».

MIRETTI – «Di speciale ha la testa: vive per il calcio!».