D’Amico: «Contro l’Inter non giocherei con il tridente»

© foto www.imagephotoagency.it

D’Amico: «Contro l’Inter non giocherei con il tridente contro l’Inter». La bandiera della Lazio sul big match di domenica sera

Vincenzo D’Amico, ex giocatore di lungo corso nella Lazio, è intervenuto ai microfoni durante la trasmissione Maracana su TMW Radio per analizzare lo scontro a tre per lo Scudetto.

VANTAGGIO«Non capisco chi avrà vantaggio da tutta questa situazione, me lo sto chiedendo da qualche giorno. Secondo me nessuno sarà avvantaggiato, forse la Lazio perché recupererà qualche infortunato. In questo momento bisogna correre dietro alla Lazio».

JUVE-INTER«Non so se la Juve riuscirà a sopportare il tridente contro l’Inter che ha un centrocampo molto folto. Fossi Sarri non giocherei con il tridente Dybala, Ronaldo e Higuain. Pjanic lo farei giocare anche con una gamba legata».

PORTE CHIUSE – «La squadra che gioca fuori casa, indipendentemente dal pubblico, va sempre in trasferta ed è sempre difficile. L’Inter giocherà a Torino e non sarà facile lo stesso anche senza tifosi bianconeri».

ERIKSEN TITOLARE? – «Altrimenti cosa è stato comprato a fare?! Non mi sembra un grande giocatore che possa spostare gli equilibri dell’Inter. Finora ho visto poco da parte sua, deve dimostrare di essere il calciatore da comprare a tutti i costi. Personalmente, gli ho visto fare solo una cosa buona in questi mesi: l’assist di esterno destro per Lukaku all’Olimpico sotto la Curva Nord».

Condividi