Connettiti con noi

Esclusive

Zoff: «La Juve sta tornando. Scudetto ancora possibile» – ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Intervistato in esclusiva da Juventusnews24, Dino Zoff ha fatto il punto sulla situazione in casa bianconera: le sue parole

Grazie al gol messo a segno nel finale da Kulusevski, la Juventus ha centrato con lo Zenit il terzo successo in tre partite di Champions League, blindando il primo posto nel girone H. Di questo, e molto altro, abbiamo parlato in esclusiva con Dino Zoff. Ecco le sue parole per Juventusnews24.

Un suo giudizio sulla vittoria di ieri? 

«E’ stata una partita certamente non eccezionale, ma l’importante è che sia arrivata la vittoria. E’ un passo in più verso il passaggio del turno e questo non è poco. Dopo un periodo iniziale in grande difficoltà la Juve sta pian piano risalendo, ma è giusto così contando la rosa a disposizione e l’allenatore che ha».

Secondo lei, la Juve ha possibilità di riportare a casa quella Champions che manca da tanto?

«Il Bayern Monaco e qualche inglese mi sembrano superiori, ma credo che la Juve possa giocarsela con tutti. Le spagnole al momento si trovano in un periodo di grande difficoltà. Ma è comunque presto per pensare alla finale adesso, è giusto che si proceda passo per passo».

Ultimamente stanno arrivando molte critiche per il gioco. La difesa è tornata solida, ma l’attacco sta segnando poco. Condivide queste preoccupazioni?

«Io parto dal presupposto che, quando si vince, lo si merita. Avere solo il gioco esteticamente bello e poi non portare a casa i risultati è inutile. Questo vale per una stagione, nel lungo nello sport riesce a vincere chi è più meritevole di farlo. Poi ci sono dei momenti di una partita in cui c’è la necessità di difendersi per proteggere il risultato, che dopo ti dà il giusto slancio per proseguire in futuro».

Domenica c’è Inter-Juve. Che partita si aspetta?

«E’ una partita certamente importante, ma come tutte per la Juve, che ora ha bisogno di recuperare il ritardo accumulato. L’Inter però, ultimamente, ha avuto qualche battuta d’arresto, quindi anche lei ha necessità di fare risultato. Giocando a Milano vedo i nerazzurri leggermente favoriti, ma nel calcio si sa, può succedere di tutto».

Crede in una rimonta in campionato?

«Adesso che la vittoria vale tre punti tutto è possibile. Certo, ci sono state delle difficoltà, ma anche solo vincendo le ultime partite la Juve si è già ritirata su. Tutto è ancora possibile».

Ieri Nedved ha praticamente annunciato il rinnovo di Dybala. Giusto puntare ancora su di lui?

«Dybala può ancora dare un contributo molto importante alla causa come ha fatto negli scorsi anni. Negli ultimi tempi ha avuto qualche problema di salute che lo ha un po’ condizionato, ma può essere ancora decisivo per la Juve. Certamente la notizia del suo rinnovo è una notizia importante. Credo sia la scelta giusta».

Dopo gli errori di inizio stagione, Szczesny si sta riprendendo. E’ un portiere da Juve o rimane il rimpianto di non aver preso Donnarumma?

«Szczesny è sempre stato un buon portiere, un errore non cambia il giudizio finale e lo sta dimostrando nelle ultime uscite. Ad inizio stagione i problemi non li aveva solo lui, ma tutta la squadra. Ora le cose stanno procedendo per il meglio. Su Donnarumma credo non ci debbano essere rimpianti, neanche a Parigi sta giocando tanto. Non sarebbe giusto iniziare a dire “manca tizio, manca caio”. La rosa che ha a disposizione la Juve è comunque una rosa di livello, Allegri può contare su giocatori forti».

Un’altra squadra che ha fatto parte della sua carriera è stata la Lazio. Come vede la formazione di Sarri?

«La Lazio non ha ancora un’identità chiara. Ci sono sicuramente aspetti positivi, ha vinto una grande partita contro l’Inter, ma non c’è un gioco ben chiaro e definito in questo momento».

Cosa ne pensa invece del Milan?

«Il Milan sta facendo grandissime cose in campionato, mentre in Champions sta trovando qualche difficoltà in più. Ora dobbiamo vedere se subisce il contraccolpo di queste battute d’arresto anche in Serie A. Però ripeto, i rossoneri stanno andando bene, Pioli sta facendo un ottimo lavoro».

Si ringrazia Dino Zoff per la cortesia e la disponibilità mostrate nel corso di questa intervista.