Douglas Costa: dallo sputo a Di Francesco all’incidente in auto, la Juve valuta

douglas costa
© foto www.imagephotoagency.it

Dalla partita di andata contro il Sassuolo, la flessione negativa di Douglas Costa non sembra volersi arrestare

Una stagione contaminata da vicende che distraggono fin troppo dalle sue indiscutibili qualità. La flessione di Douglas Costa comincia proprio dalla sfida di campionato contro il Sassuolo, nel girone d’andata. Lo screzio con Di Francesco, e lo sputo nei confronti dell’esterno neroverde, gli costarono maxi squalifica ed esclusione dalla Nazionale brasiliana. Poi l’infortunio, un lungo percorso di recupero e il rientro a suoi massimi livelli, ma anche una nuova vicenda extracampo poco piacevole. L’incidente stradale sulla tangenziale di Torino lunedì, dunque i festeggiamenti qualche ora dopo a Parigi insieme all’amico Neymar: i tamtam sui social si conclude con la risposta del calciatore a una tifosa, come documentato da Juventus News 24.

«Faccio quello che voglio…»

E’ vero: un tesserato nel suo giorno libero può giustamente fare quello che vuole. La Juve, però, comincia a tollerare sempre meno i modi di fare di un calciatore che – anche a causa di certi comportamenti – finisce per rendere al di sotto del suo potenziale. E così, in vista della prossima estate, chissà che Douglas Costa non possa fare la stessa fine di altri atleti che in passato hanno trovato poche sponde all’ombra della Mole, malgrado il loro valore, proprio per valutazioni negativi sull’aspetto comportamentale.