Connettiti con noi

News

Juve con Vlahovic: per Allegri qual è il limite del fallimento?

Pubblicato

su

La parola “fallimento” aleggia spesso funesta sul capo degli allenatori: con l’innesto di Vlahovic la Juve di Allegri sarà spalle al muro

(Di Sandro Dall’Agnol) – Il trasferimento di Dusan Vlahovic alla Juve promette di infiammare la parte finale di stagione: Max Allegri sarà costretto a camminare sui carboni ardenti della critica. Non può essere altrimenti, d’altronde, per l’allenatore più pagato della Serie A, atteso al ritorno in bianconero come un Messia dopo due stagioni in chiaroscuro.

Invece il risveglio è stato brusco e traumatico sin dalle prime giornate per chi avrebbe dovuto concorrere testa a testa con l’Inter e che, all’alba di febbraio, si trova addirittura fuori dalle prime quattro posizioni.

Ed è proprio questa la dead-line primaria. La scorsa estate chiunque avrebbe immaginato i bianconeri ben al di sopra della postazione attuale, dunque anche un’eventuale terzo o quarto posto agganciato al termine del campionato non avrebbe poi chissà quale valore assoluto.

Ma nella contingenza dei fatti, con l’acquisto milionario di uno tra i migliori e più prolifici centravanti d’Europa, non ci sarà margine d’errore alcuno. La durezza della parola “fallimento” si abbatterebbe come una tempesta tropicale sul capo dell’allenatore livornese. Bucare l’obiettivo Champions League non può essere contemplato, il buon Max e i tifosi della Vecchia Signora ne dovranno essere consapevoli.

CONTINUA A LEGGERE SU CALCIONEWS24