Dybala: «Con Sarri gioco con libertà. Oggi non stavo benissimo»

© foto www.imagephotoagency.it

Paulo Dybala ha sugellato la vittoria contro il Bologna con un gol da cineteca: le sue parole dopo la gara contro i rossoblu

Paulo Dybala, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha parlato della sua prestazione contro il Bologna e del momento della Juve.

GOL«E’ stato bravo Fede poi mi sono posizionato per il tiro, il difensore pensava cercassi l’uno-due, restando in una posizione molto favorevole per il tiro». 

COPPA ITALIA«Le partite in Coppa Italia dipende come le vedi. Se avessimo vinto contro il Napoli avrebbero detto altro. Le due gare ci sono servite per essere più brillanti. Oggi abbiamo fatto una buona gara anche se dopo il 2-0 abbiamo mollato un po’. Personalmente penso che se avessimo vinto contro il Napoli tutti avrebbero detto che avevamo giocato bene ma quelle partite ci sono servite».

CONDIZIONE FISICA«Oggi non mi sentivo così bene, non stavo benissimo, sono contento di aver fatto una bella partita. Durante il periodo di stop ho cercato di aiutarmi anche con l’alimentazione e grazie ai preparatori sono rimasto in forma. Era normale, non è facile trovare la forma».

CENTRAVANTI «Io nella mia carriera ho giocato in tutti i ruoli d’attacco, cerco sempre di fare quello che mi chiede il mister vedendo anche dove si trovano bene i miei compagni, io non ho problemi, io mi sento bene perchè il mister mi da libertà. Oggi giocando contro una squadra che ti viene a prendere a uomo, io gioco con più libertà».

MOVIMENTI«Penso che dipende dal ruolo di ognuno, dobbiamo fare i movimenti che ci chiede il mister. Lui mi chiede di andare in area dopo aver scaricato la palla. Io alcune volte mi sposto a destra come oggi nell’occasione del gol. Ognuno deve fare i movimenti che chiede il mister, vuole che riempiamo l’area. Oggi abbiamo creato tante situazioni ma non siamo stati brillanti. Oggi abbiamo fiducia per la prossima e sarà così d’ora in poi».

Paulo Dybala è intervenuto poi ai microfoni di Juventus TV.

GOL«Scherzavo con i miei amici, ho detto che era da tanto che non facevo gol in Serie A. Stasera per fortuna è arrivato. In quel momento Fede non aveva tante opzioni, poteva darla a me o scaricare, dovevo essere pronto. Ho cercato di girarmi in quella maniera e sono rimasto in una posizione in cui potevo calciare come piace a me».

VITTORIA«Sono 3 punti in più per allargare la classifica. Giocare così, con gli stadi vuoti, è difficile prendere la concentrazione. Ci mancano i tifosi, è brutto giocare così, speriamo tornino presto. Ma la vittoria è importante. Il livello di brillantezza e cattiveria sono buone, nelle occasioni che abbiamo avuto abbiamo fatto gol e in difesa non abbiamo concesso nulla, anche se dopo il 2 a 0 siamo calati un po’».

Condividi