Dybala questo è il tuo momento

© foto www.imagephotoagency.it

Allegri lo tiene sulle spine, ma alla fine Dybala gioca titolare contro il Sassuolo. PD10, oggi è cominciato il tuo vero campionato. Prove generali di Champions e di un campione mai perso

L’avvento di Cristiano Ronaldo ha cambiato anche il modo di aspettare il fischio d’inizio delle partite. Al pari dell’attesa di rivedere Dybala non più relegato in panchina. Se prima si entrava ci si sedeva comodamente sui seggiolini dello Stadium o sulla poltrona di casa per studiare tatticamente gli avversari, ora ci si concentra sul nome dei titolari. Anche perché Allegri ci ha abituati oramai così. Qualche sorpresina ce la riserva sempre.

Dybala titolare – Cominciavamo a credere, non tutti per fortuna e neppure Allegri, che Dybala sbilanciasse troppo la squadra se schierato con CR7 e Mandzukic contemporaneamente. E soprattutto se la mediana fosse stata privata di uno dei tre cardini schierati in mezzo al campo. Contro il Sassuolo il sogno si è avverato. Anche se serve ancora quel pizzico di incoscienza e equilibrio che anche Dybala deve dimostrare di riuscire a dare in più  alla CRsquadra bianconera di quest’anno.

Pronti-via e l’attenzione è ricaduta tutta sulla fase di riscaldamento, prima dell’inizio della partita, coi tiri dalla distanza dove la potenza di Ronaldo, la precisione di Dybala e le incertezze nel cross di De Sciglio venivano accompagnati da applausi e mugugni da parte dei tifosi. Tutto chiaro. De Sciglio sostituito ancor prima di cominciare (leggero fastidio?). Gli altri due in campo a deliziare.

Uno spettacolo CR7 per due volte vicinissimo al gol in avvio E quasi dopo un brutto fallo di Berardi, qualche minuto prima, ubriacato dalla velocità del portoghese. E poi la semplicità delle giocate di Dybala, il più atteso. Non ancora al centro del villaggio, forse leggermente decentrato, ma a completa disposizione di un gruppo che ha e avrà bisogno sempre più anche di lui. Il calcio è materia semplice, ripete Allegri, ancor di più per chi ha qualità nei piedi e per chi deve saper sfruttare al meglio quelle potenzialità.

Intanto non mancano nuovi spunti e soluzioni: come Emre Can in cabina di regia, senza Pjanic, e il continuo alternarsi di posizione del trio meraviglie in attacco. Basta che uno dei tre segni (primo gol “italiano” e doppietta di Ronaldo al 50° e 65°) e la prova sarà superata al primo tentativo. Non sarebbe comunque stato un fallimento. Avremmo aspettato la successiva, noi che amiamo il calcio e la Juve.

Vi aspetto lunedì sera al “Processo” su 7 Gold. E intanto tenetevi aggiornati sul vostro sito di riferimento “gobbo”: www.juventusnews24.com

 

Articolo precedente
Tunnel Dybala, la giocata clamorosa della Joya – VIDEO
Prossimo articolo
ronaldoRonaldo, ecco la prima gioia in bianconero! Lo Stadium festeggia – VIDEO