Emergenza Coronavirus: l’Uefa rinvia tutte le gare di giugno delle Nazionali

Iscriviti
ceferin
© foto www.imagephotoagency.it

La UEFA ha comunicato un’ulteriore decisione presa per far fronte all’emergenza Coronavirus: ecco la nota ufficiale

La Uefa ha comunicato un’ulteriore decisione presa per l’emergenza Coronavirus. Ecco il comunicato ufficiale.

COMUNICATO UEFA – «Dopo l’incontro di oggi in videoconferenza con i segretari generali di tutte le 55 federazioni affiliate alla UEFA e le raccomandazioni formulate dai gruppi di lavoro creati il ​​17 marzo, il Comitato Esecutivo UEFA ha preso una serie di decisioni, come segue.
In materia di competizioni:
• Tutte le partite della nazionale per uomini e donne che si giocheranno nel giugno 2020 sono rinviate a ulteriore comunicazione. Ciò include gli spareggi per UEFA EURO 2020 e le partite di qualificazione per UEFA Women’s EURO 2021.
• Tutte le altre partite di competizioni UEFA, comprese le partite amichevoli internazionali centralizzate, rimangono rinviate fino a nuovo avviso.
• Competizioni nazionali giovanili:
(i) il torneo finale del Campionato Europeo Under 17 UEFA previsto per maggio 2020 è annullato;
(ii) la fase finale del campionato europeo femminile Under 19 in programma per luglio 2020 è stata annullata;
(iii) il torneo finale del Campionato europeo femminile UEFA Under 17, previsto per maggio 2020, è rinviato fino a nuovo avviso (in quanto si tratta di una competizione di qualificazione per la Coppa del Mondo femminile FIFA U 17);
(iv) il torneo finale del Campionato Europeo Under 19 UEFA in programma per luglio 2020 è rinviato a ulteriore comunicazione (in quanto si tratta di una competizione di qualificazione per la Coppa del Mondo U20 della FIFA).
• Le finali della UEFA Futsal Champions League in programma per aprile 2020 sono posticipate fino a nuovo avviso.
• Le scadenze relative a tutte le competizioni UEFA per club 2020/21 sono posticipate fino a nuovo avviso, in particolare per quanto riguarda la procedura di ammissione e la registrazione dei giocatori. La UEFA fisserà nuove scadenze a tempo debito».

Condividi