Connettiti con noi

Hanno Detto

Fagioli: «Alla Juve ho imparato tanto. Futuro? Vi svelo il mio obiettivo»

Pubblicato

su

Fagioli: «Alla Juve ho imparato tanto. Futuro? Vi svelo il mio obiettivo». Le parole del centrocampista alla Gazzetta dello Sport

Nicolò Fagioli è intervenuto ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Di seguito le parole del calciatore di proprietà della Juventus.

CREMONESE – «Ce la stiamo giocando per la Serie A, ci meritiamo questa posizione. Sarà difficile, ma non impossibile».

SERIE B – «Me l’aspettavo più complicata come classifica. Siamo un bel gruppo, compatto, con tanti giovani che si aiutano. È un campionato di qualità, in cui bisogna correre tanto: in A fanno la differenza le giocate dei singoli, qui conta più l’organizzazione».

JUVE – «Lì ho imparato tanto, sia a livello tecnico che di spogliatoio. Ho visto grandi professionisti, gente come Cristiano Ronaldo e Giorgio Chiellini arrivare per prima e andare via per ultimi dopo aver curato ogni dettaglio. E al primo allenamento ho preso tunnel da Cancelo, così, tanto per dire…»

MORATA – «Con lui ho legato di più. Lo battevo sempre a ping-ping, anche se lui a dire il vero… (ride)».

ALLEGRI – «La scorsa estate ho preso un cazziatone, colpa di un ritardo a un allenamento il giorno prima della partita. Mi sono pentito subito».

DEBUTTO CON PIRLO – «Emozionante. Una data che mi sono fatto tatuare. Era un momento che aspettavo da una vita, perchè della Juve sono anche tifoso. Eravamo già sul 3-0 e ho preso fiducia subito: peccato che si giocasse a porte chiuse».

PJANIC – «Io suo erede? Difficile, visto quanto è forte. Mi sono allenato un anno con lui, mi aiutava e mi consigliava. Ma preferisco Modric, mi ispiro a lui, anche se i miei capelli sono più belli (ride)».

FUTURO – «Se la Juve mi porterà in ritiro? Non mi va di parlarne perchè sono concentrato su questo campionato. Non mi sono mai giocato una promozione in A».