Ferrero propone: «Riprendiamo quando ci sarà il vaccino»

Iscriviti
ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero propone: «Riprendiamo quando ci sarà il vaccino». Le dichiarazioni del presidente della Sampdoria

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport.

RIPRESA – «Non sono per il non riprendere il campionato a prescindere, semplicemente il calcio è una parte del Paese e il Paese oggi non sa dirci quello che potrà essere domani. Contrario all’eventuale proseguimento oltre il 30 giugno? Servono 4 settimane di preparazione. Ipotizziamo che si torni a giocare tra maggio e giugno, per poter chiudere i campionati massimo entro i 3 agosto, come avrebbe specificato la UEFA. Poi si riparte a ottobre, e finiremmo chissà quando. Così invece che al 2021 l’Europeo va rinviato al 2023».

VACCINO – «Torniamo quando saremo sicuri, quando ci sarà un vaccino. Siamo condizionati da troppi se. C’è un’Italia che deve ripartire, gente che perderà il lavoro… E noi vogliamo davvero metterci a parlare di milioni di euro, di calciatori e campionati? Mi sembra poco elegante. Se ho parlato con i miei? Abbiamo avuto diversi casi di Coronavirus. Ora dovrò andare a dirgli che potrebbero doversi allenare, magari giocare tre partite a settimana? Soluzioni? Finiamo qui, troviamo accordi con tv e giocatori che sono persone serie».

Condividi