Francesca Michielin a Casa Con La Juve: «Ho perso la voce allo stadio»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Francesca Michielin a Casa Con La Juve: le parole della cantante, nell’appuntamento odierno insieme a Federico Bernardeschi

Questo pomeriggio, alle 15.00, andrà in onda in una nuova puntata del format ‘A Casa Con La Juve’, in programma sul canale Youtube bianconero. I protagonisti della puntata di oggi sono Federico Bernardeschi e la cantante Francesca Michielin.

La giovane cantautrice di Bassano del Grappa risponderà alle domande dei tifosi, svelando la sua passione per i colori bianconeri e alcune curiosità legate alla sua carriera artistica e alla sua vita in questo momento. Juventus News 24 seguirà il LIVE dell’appuntamento.

MICHIELIN – «Io sono di Bassano del Grappa, ma quando è successo tutto ero qui a Milano e sono rimasto qui. E’ una casa d’appoggio ma va bene così. Il mio album ha 11 tracce con 11 collaborazioni, ed ho quasi pensato di fare una copertina con un campo da calcio. Quando mia madre ha saputo che dovevo fare questa cosa insieme a Bernardeschi, mi ha detto di restare tranquilla e non emozionarmi».

QUELLA VOLTA CHE «Mi tremavano le gambe prima di salire sul palco? L’ultima volta, avevo ragione, era sul palco dell’Ariston con Levante ed ero agitatissima. Quando ho incontrato Alonso? Io ho scritto un brano dedicato a lui, ma non lo conoscevo di persona. Quando sono andato a vedere il GP in Austria, un suo collaboratore me lo ha presentato e mi ha fatto cantare la canzone per lui. Mi sono sgolato per la Juve? Doveva essere Juve-Inter di dicembre 2017, praticamente ho metà famiglia juventina e metà interista. Mio cugino è interista e siamo andati allo stadio, lui era in crisi ed io urlavo come una pazza, dall’inno alla fine. Poi è finita 0-0 ed io ho perso la voce, ed il giorno dopo dovevo registrare. Per fortuna è finita in pareggio per il bene della famiglia».

CONCERTI QUANDO GIOCA LA JUVE – «Una tragedia. Una volta ero in Sicilia e giocava la Juve all’orario del soundcheck. Una volta c’era una gara alle 18, ho fatto mettere sullo schermo la partita anzichè le grafiche. Faccio così di solito».

MICHIELIN A BERNARDESCHI«Devo farti i complimenti. Mio padre mi prende in giro perchè quando finiscono le partite della Juve io faccio un’analisi psicologica della Juve e parlo sempre super bene di te perché sei una persona e un atleta molto discreto e lo apprezzo tanto».

Condividi