Francesca Vitale (Milan Ladies): «Ecco chi vince lo spareggio scudetto» – ESCLUSIVA

© foto www.imagephotoagency.it

Il capitano del Milan Ladies e difensore della Nazionale azzurra, Francesca Vitale, parla in esclusiva su Juventus News 24 dello spareggio scudetto tra Juventus Women e Brescia

Sabato alle 15, a La Spezia, Juventus Women e Brescia giocheranno lo spareggio scudetto in una gara secca. Novanta minuti di fuoco, che valgono l’intera stagione, dopo che solo l’una è riuscita a battere l’altra durante tutto il campionato. Per calarci meglio nella gara, abbiamo parlato con Francesca Vitale, capitano del Milan Ladies e difensore della Nazionale azzurra che punta alla storica qualificazione ai prossimi Mondiali di Francia 2019. Ecco l’intervista realizzata in esclusiva per Juventus News 24.

Cosa è cambiato nel calcio femminile con l’arrivo della Juventus Women?
«Sicuramente il suo arrivo ha smosso gli equilibri, ha dato tantissimo al movimento. Sarà per società, per il nome delle giocatrici, credo abbia dato una svolta quest’anno al calcio femminile. Tante persone ci sono avvicinate, prima magari non conoscevano neanche il movimento, erano disinteressate. La Juventus ha dato apporto importantissimo, trascinando positivamente anche le altre squadre».

L’Italia ai Mondiali 2019 sarebbe una gran bella vetrina per l’intero movimento. Ma cosa serve ancora per la crescita del sistema nazionale?
«Sicuramente il professionismo darebbe una svolta definitivamente. E’ quel passo in più che ci manca per colmare gap con altre nazionali. Vediamo solo la Francia, la Norvegia, l’Inghilterra. Hanno ancora qualcosina in più loro perché sono professioniste e, dunque, hanno la possibilità di vivere le esperienze come tali. In Italia questo è un problema, sono poche società hanno la possibilità di allenarsi come si deve. Questo è quello che ci manca rispetto ad altre realtà».

Il passaggio del calcio femminile dalla Lega Nazionale Dilettanti alla Figc è un primo passo verso il professionismo?
«Assolutamente sì. Lo vedo come un passo importante. Pian piano, stiamo arrivando a quello che serve. Credo che quest’anno ancora di più si stia muovendo qualcosa per compiere definitivamente il passaggio verso il professionismo. Manca sempre meno, siamo sulla buona strada. Purtroppo negli anni passati eravamo fin troppo lontani da questa realtà».

Quanto è vivo tra voi il sogno di giocare presto un Juventus-Milan anche tra le donne?
«E’ una cosa che speriamo avvenga molto presto. Perché sono partite, situazioni, che avvicinano tantissimo le persone al movimento. Lo abbiamo visto quest’anno con la Juventus e il Brescia, le persone si affezionano anche grazie ai risultati. E’ l’unico modo, questo, visto che in Italia giornali e tv parlano ancora troppo poco del calcio femminile».

Juventus Women e Brescia si giocheranno lo spareggio scudetto, chi vedi favorita?
«In realtà se la giocano ad armi pari. Le ultime due sfide le ha vinte il Brescia, all’andata però la Juventus aveva vinto con un risultato netto. In queste partite ci sono sempre motivazioni particolari, si sente qualcosa di diverso, non si possono considerare come le altre. Il Brescia quest’anno è partita da zero, è riuscito a mettere su un bel gruppo, nessuno si aspettava una stagione del genere. Nella Juve ci sono tante ex, che chiaramente tengono a far bene. Sarà una bella sfida, credo ad armi pari».

Pronostico secco: risultati e marcatrici.
«Davvero difficile fare un pronostico. A sensazione? Vince Juve. E’ dura dire pure chi potrebbe far gol. Rispondere Bonansea sarebbe scontato. Solitamente queste partite le risolvono chi non t’aspetti. La risolve Sara Gama? (sorride, ndr) Sì, magari la risolve lei».

Articolo precedente
Sara GamaJuventus Women, rabbia spareggio. Marotta: «Sono sconcertato»
Prossimo articolo
Charity Stars, a cena con Andrea Pirlo per un’ottima causa