Bursi: «Contro la Juventus Women con coraggio e unità» – ESCLUSIVA

© foto www.imagephotoagency.it

Giulia Bursi, difensore della Florentia San Gimignano, presenta il match con la Juventus Women: le sue parole in esclusiva

Prosegue il percorso in campionato della Juventus Women. Sabato, alle 14.30, le bianconere scenderanno in campo contro la Florentia San Gimignano, che in classifica occupa il settimo posto con 17 punti. A presentare il match, in esclusiva a Juventusnews24.com, è stata la giocatrice Giulia Bursi.

Sabato ospiterete in casa la Juventus Women, squadra che in campionato non ha mai perso. Come si affronta un match del genere?

«Penso che le parole chiave per affrontare una partita del genere siano coraggio e unità. Se lottiamo insieme, aggressive su ogni pallone e aiutandoci a vicenda possiamo fare una grande prestazione».

All’andata avete perso 3-1 contro le bianconere, nonostante una buona prova. Cosa vi ha insegnato quel match e cosa dovrete migliorare sabato rispetto a quella gara?

«La partita di andata ci ha insegnato che contro una squadra di questo livello appena abbassi un po’ la concentrazione e lasci spazi vieni punito. Quindi l’obiettivo per sabato sarà rimanere concentrate per tutta la partita senza abbassare i ritmi, cercando di impostare il nostro gioco e dimostrare il nostro valore».

Qual è la giocatrice dell’attacco bianconero più difficile da affrontare per un difensore?

«Sono tutte giocatrici esperte e di alto livello. Sicuramente Barbara Bonansea per la sua qualità e la sua velocità, e Cristiana Girelli per la sua capacità di attaccare gli spazi e farsi trovare nel momento giusto».

Il fatto che la Juventus non abbia mai perso è uno stimolo in più per provare a vincere la gara?

«È sempre emozionante giocare queste partite. Il pensiero di poter vincere contro una squadra che non ha mai perso è certamente un bellissimo stimolo in più».

Lo scorso anno, con il Sassuolo, hai battuto la Juventus Women per 2-1. Qual è stato il trucco di quella vittoria e quale il punto debole delle bianconere?

«È stata una vittoria voluta, conquistata con tanto carattere e tanto cuore. Siamo state aggressive, abbiamo lottato insieme e ci abbiamo creduto fino in fondo».

Nel 2019 hai avuto modo di essere convocata in Nazionale maggiore, dove hai incontrato anche molte giocatrici bianconere. C’è qualcosa che hai imparato dalle tue compagne di reparto come Gama, Boattin e Salvai?

«In Nazionale Maggiore ho avuto la fortuna di confrontarmi con le giocatrici più forti. Ho cercato di imparare il più possibile da tutte. Di loro mi ha colpito la semplicità e la velocità con cui giocano e l’aggressività su ogni pallone».

Nelle Universiadi, invece, hai condiviso lo spogliatoio con Caruso, Glionna e Cantore. Chi ti ha stupita di più?

«Sono tre giovani calciatrici con caratteristiche differenti ma tutte di grande qualità. Penso che potranno essere il futuro del calcio femminile».

Qual è l’obiettivo di questa Florentia e quale invece il tuo per il 2020?

«Abbiamo dimostrato di potercela giocare con qualsiasi squadra, vincendo anche contro le big. L’obiettivo quindi è quello di arrivare più in alto possibile, cercando di migliorarci giorno dopo giorno, crescendo insieme. Io personalmente voglio migliorare sempre di più, fare bene per la squadra e togliermi tante soddisfazioni; e chi lo sa magari un giorno tornare a vestire la maglia azzurra. Per ora testa al campionato e alla sfida contro la Juventus!».

Si ringrazia la giocatrice Giulia Bursi e l’ufficio stampa della Florentia San Gimignano per la disponibilità e la cortesia.

Condividi