Paltrinieri: «Sarri mi ha sempre ispirato, Ronaldo esempio per tutti»

juve sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Gregorio Paltrinieri, campione italiano di nuoto, ha parlato della sue passione per la Juventus: ecco le sue parole

Gregorio Paltrinieri è uno dei campioni più importanti del nuoto italiano: è nota la sua passione per la Juventus. Ecco le sue parole a La Gazzetta dello Sport.

JUVE «A inizio anno anche io posso non essere performante, esattamente come la Juve di questi primi mesi, ma sia nel calcio che nel nuoto non ho mai dato importanza ai passaggi di metà stagione. È nella fase calda che devi essere rapido: si chiami Olimpiade o Champions. E poi, se Sarri chiudesse in bellezza, nessuno si ricorderebbe delle sue prime difficoltà».

SARRI «Sarri mi ha sempre ispirato, già quando era al Napoli riusciva a incuriosirmi, soprattutto per quello stile di gioco spettacolare. Poi, da quando è arrivato alla Juve, lo seguo meglio, cerco di capirlo: è alla prima stagione, non può venirgli tutto bene subito».

RIVOLUZIONE «E’ una questione mentale: venivamo da un periodo di vittorie continue ma in ogni sport, se vuoi fare un salto, devi provare cose nuove. Prendete il mio caso: sono andato ad allenarmi in Australia anche se i risultati in Italia arrivavano. L’ho fatto perché volevo aggiungere qualcosa al mio bagaglio e andare oltre. Noi in Italia siamo arrivati, mentre Sarri serve per dare l’assalto in Champions. La scelta è giusta, anche se non paga subito».

RONALDO«C’è una Juve pre e Juve una post Ronaldo. Ora è un club che diverte, fa sognare, affascina maggiormente: è più bello da seguire in giro per il mondo perché l’aspetto mediatico è cresciuto all’estremo. Ho sempre in mente Rihanna con la maglia bianconera: adesso indossarla dà più riconoscibilità. E poi Cristiano è un esempio anche per un nuotatore: lo è per quello che fa e per come lo fa. Credetemi, non è così scontato restare al top per tanto tempo. Purtroppo non sono ancora riuscito a conoscerlo all’Allianz e non ci sarò neanche contro il Lione. La vedrò in tv a casa, a Roma, magari con amici».

 

 

Condividi