Viola (immunologa) bacchetta il Portogallo: «Quella cena…»

cristiano-ronaldo-portogallo
© foto Instagram Cristiano Ronaldo

L’immunologa Antonella Viola si esprime così sul caso Cristiano Ronaldo positivo al Covid: «Anche in ritiro mascherine e distanziamento sociale»

La Gazzetta dello Sport ha intervistato Antonella Viola, immunologa e professore Ordinario di Patologia Generale presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova. L’immunologa ha parlato del caso inerente a Cristiano Ronaldo:

«Sono esattamente questi i comportamenti che vanno evitati. Andando in giro per le città non possiamo non notare ancora assembramenti davanti ai locali e gente che chiacchiera a una spanna di distanza. I calciatori probabilmente si sentono tutelati dai tamponi fatti. Ma sbagliano! Quel test ti dice solo che in quel momento esatto non hai il virus, ma per quanto si possa fare attenzione ai contatti, non è assolutamente detto che non si diventi positivi nel giro di poche ore. Quindi anche in ritiro, anche in un ambiente apparentemente sano, devono tutti indossare le mascherine e mantenere il distanziamento sociale. Pure a tavola…».

LEGGI ANCHE: Ministero Salute Portogallo: «Ronaldo trattato come tutti gli altri giocatori»

Condividi