Gotti: «La Juve migliora a vista d’occhio. Considero Sarri un amico»

© foto www.imagephotoagency.it

Luca Gotti, tecnico dell’Udinese, analizza la sconfitta contro la Juventus negli ottavi di finale di Coppa Italia

Luca Gotti, tecnico dell’Udinese, ha commentato la sconfitta contro la Juventus negli ottavi di Coppa Italia. Ecco le sue parole ai microfoni di Sky Sport.

SARRI«Normale che sia così, lo sport ci regala momenti di unione, essere avvesari sul campo è bello, non è bello il risultato di stasera. Considero Maurizio un amico, e penso di essere ricambiato».

LA GARA «Non sono scontento dell’atteggiamento messo in campo dai miei giocatori, che hanno avuto generosità e hanno difeso di squadra. Al primo affondo della Juve, giocata eccellente, hanno segnato, al secondo c’è stato il rigore, in cui è stato ingenuo Nicolas».

TURNOVER«L’Udinese ha una composizione della rosa un po’ strana per la posizione del nostro livello: sono le caratteristiche che fanno le condizioni, più che il livello. Ci sono giocatori che hanno avuto meno opportunità ma che considero di livello. La Juve con questo atteggiamento, mette a nudo tutti i limiti».

STRATEGIA – «Non sono io che devo rispondere rispetto alla strategia societaria che dura da tanti anni: l’Udinese è in Serie A da 25 anni, con una società solida che ha prodotto diverse plusvalenze».

SCUDETTO «L’Inter l’abbiamo incontrata alla terza giornata d’andata, molto presto, Conte ancora non era riuscito ad incidere, lo stesso si può dire per la Juve che migliora a vista d’occhio. La Lazio invece viene da diversi anni con lo stesso progetto. Vedo un girone di ritorno molto equilibrato».