Isolamento Juve rotto: cosa rischiano i calciatori. Società al sicuro

© foto Instagram

Tiene banco la vicenda dei calciatori della Juve che hanno “rotto” l’isolamento per tornare in nazionale: società bianconera al sicuro

Lo scorso 5 ottobre Demiral, Dybala, Bentacur, Cuadrado, Danilo e Cristiano Ronaldo hanno rotto l’isolamento fiduciario per rispondere alla chiamata delle nazionali. La Juventus avvisò l’ATS del comportamento dei suoi tesserati che da quel momento ebbero la responsabilità dell’accaduto come privati cittadini.

La Gazzetta dello Sport traccia un possibile scenario: la Juve, dunque, è al sicuro da possibili sanzioni, avendo agito correttamente. Per i calciatori possibile infrazione dell’articolo 650 del Codice Penale che punisce: «chiunque non osserva un
provvedimento legalmente dato dall’autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d’ordine pubblico o d’igiene». La Procura Federale, invece, ha aperto un fascicolo per accertare il rispetto delle norme anti-Covid di Ronaldo e compagni. Le sanzioni potrebbero essere pecuniarie, ovvero una multa, la remota possibilità di una squalifica.

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo: la ricostruzione degli ultimi 10 giorni prima del contagio

Condividi