Connettiti con noi

News

Juve Fiorentina, “in caso di emergenza rivolgersi a Cuadrado”

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Tre punti fondamentali ieri per la Juve, conquistati grazie a un guizzo di Juan Cuadrado. E non è la prima volta che succede…

Il gol al 91′ di Juan Cuadrado ha permesso alla Juventus di superare un’ostica Fiorentina e tornare a quella vittoria che, in campionato, era sfuggita nelle ultime tre partite. Il colombiano, entrato dalla panchina al posto di un deludente Rabiot, si è rivelato l’arma giusta con cui Allegri è riuscito a scardinare le risistenze dei viola, rimasti in dieci uomini per l’espulsione di Milenkovic. E non è la prima volta che un gol del numero 16 si rivela fondamentale per le sorti della Vecchia Signora…

Il derby e San Siro, passando per Lione: le svolte firmate Cuadrado

La rete più famosa è ovviamente quella che, il 31 ottobre 2015, regala alla Juventus il derby contro il Torino. Allo Stadium si presenta una Juve che, appena tre giorni prima, è caduta a Sassuolo e appare aver abbandonato ogni minima possibilità di riportare in bacheca lo scudetto. La gara inizierebbe anche bene, vista la rete da fuoriclasse messa a segno nel primo tempo da Pogba, ma nella ripresa i granata prima pareggiano con un missile di Bovo, poi sfiorano a più riprese il vantaggio. Mentre tutto lascia pensare ad un pareggio, i bianconeri provano l’ultimo assalto: discesa sulla sinistra di Alex Sandro che mette un pallone teso nel mezzo sul quale arriva in scivolata Cuadrado, che anticipa tutti e mette a segno la rete che vale tre punti al 94′. Da lì in poi, la squadra di Allegri infilerà altre quattordici vittorie di fila, completando la propria rimonta. Che quello di ieri possa essere un risultato che darà inizio ad un’altra svolta?

Altro precedente importante è datato invece 18 ottobre 2016. Fase a gironi di Champions League, con la Juve impegnata nell’ostica trasferta in casa del Lione, che si dimostra avversario tutt’altro che semplice anche nel corso dei 90 minuti di gioco. I padroni di casa non si lasciano intimorire dall’avverarsario e, per negare loro il vantaggio, serve un super Buffon, che sfodera miracoli a ripetizione, incluso il neutralizzare il rigore calciato dall’allora giovane promessa Lacazette. Chi altri poteva risolvere questa gara se non Cuadrado? Il gol è tra l’altro simile a quello realizzato ieri: progressione sulla destra, dribbling ubriacante facendo secco il diretto marcatore e destro potente sul primo palo ad ingannare il portiere. Un gol da tre punti, protetto poi con un’attenta fase difensiva nel finale di gara.

Ultimo, ma non per importanza, è il gol che Juan mette a segno il 28 aprile del 2018. Il palcoscenico è quello di San Siro, dove va in scena il derby d’Italia contro l’Inter. I bianconeri la mettono subito in discesa con la rete nel primo tempo di Douglas Costa e, l’espulsione di Vecino, fa credere che il resto della partita sia solo di controllo. Il solito gol di Icardi e l’autorete di Barzagli ribaltano però la situazione, portando la gara sui binari dei nerazzurri. Il finale sappiamo bene come sarà, con la rete di Higuain al 90′ per un 3-2 che sarà decisivo ai fini dello scudetto. Ma chi realizza il gol del pareggio? Sempre lui, Juan Cuadrado che, dopo uno scambio al limite con Dybala entra in area e fulmina anche stavolta il portiere sul primo palo, anche grazie ad una deviazione provvidenziale di Skriniar.