Connettiti con noi

News

Juve in formato europeo: dal Villarreal al… Liverpool. Vietato fermarsi ora

Pubblicato

su

Juve in formato europeo: dal Villarreal in Champions League al… Liverpool in Youth League. Vietato fermarsi ora

Al via una settimana di fuoco per la Juventus. All’orizzonte un doppio impegno europeo per i bianconeri: da un lato l’attesissima sfida contro il Villarreal valevole per il ritorno degli ottavi di finale di Champions, dall’altro il quarto di finale di Youth League che la Juve Primavera di Bonatti si giocherà domani in casa con il Liverpool.

JUVE VILLARREAL: ALLEGRI NON PUÒ SBAGLIARE

Mercoledì la Juventus ospiterà il Villarreal per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League. In palio un posto tra le otto regine d’Europa, un traguardo che i bianconeri non raggiungono dalla stagione 2018/19 (l’ultimo dei cinque anni del primo ciclo di Allegri sulla panchina della Juventus). Da lì in poi la Vecchia Signora si è arresa per due stagioni di fila agli ottavi: prima al Lione nella rovente notte del 7 agosto del 2020 che portò al conseguente esonero di Sarri, poi al Porto che condannò all’eliminazione la squadra di Pirlo in virtù della regola dei gol in trasferta (2-1 all’andata per i portoghesi, 3-2 allo Stadium per i bianconeri). Una regola che, a partire da questa stagione, non è più in vigore. Ecco perchè l’1-1 maturato all’Estadio de la Ceramica vuol dire tutto e niente. Entrambe le squadre partiranno alla pari, ma certo è che la Juventus non può permettersi di uscire dalla competizione più importante d’Europa agli ottavi per il terzo anno di fila. Per un motivo d’orgoglio dopo un inizio di stagione molto complicato, ma anche per un aspetto di natura economica: a oggi la Juve ha incassato circa 73 milioni di euro grazie alla sua partecipazione in Champions e, battendo il Villarreal, sfonderebbe il tetto dei 90 milioni di euro. Un motivo in più per provare con tutti i mezzi a propria disposizione a continuare il cammino europeo.

JUVE LIVERPOOL PRIMAVERA: BONATTI VUOLE SOGNARE

Prima dell’attesissimo incontro dello Stadium toccherà però alla Juve Primavera, desiderosa di scrivere un altro pezzo della sua storia. I bianconeri in formato europa sono una vera e propria macchina da guerra: scrollate di dosso le paure dell’esordio nel girone (2-2 in casa del Malmoe), i ragazzi di Bonatti hanno inanellato una serie di cinque risultati utili consecutivi battendo, tra le altre, il Chelsea sia all’andata che al ritorno con il risultato di 3-1 e vincendo il proprio raggruppamento. Agli ottavi la Juve Primavera è poi riuscita nell’impresa di eliminare ai calci di rigore l’AZ Alkmaar e di conquistarsi un posto tra le migliori otto squadre d’Europa a livello giovanile per la prima volta in assoluto. Un traguardo già di per sè storico e che certifica una volta per tutte il cambio di mentalità che ha portato l’avvento in panchina di mister Bonatti, con una squadra che ama giocare un calcio veloce e volto all’attacco. La Juve Primavera è consapevole che lo scoglio Liverpool appare quasi proibitivo, ma i bianconeri non vogliono smettere di sognare proprio ora.