Connettiti con noi

News

Juventus, la qualificazione alla prossima Champions League è d’obbligo

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con la lotta scudetto ormai compromessa, i bianconeri devono conquistare il 4° posto

Non sarà semplice per questa Juventus ottenere un pass per partecipare alla Champions League del prossimo anno, considerando il cammino in campionato davvero sottotono visto sin qui, econfermato dal pareggio per  1 a 1 contro il Venezia, tuttavia provarci è un obbligo. La partenza (imbarazzante) dei bianconeri di inizio stagione, che ha relegato Chiellini e compagni al terz’ultimo posto in classifica, ha tagliato fin da subito le gambe a tutti i protagonisti della rosa, gambe che non giravano più perché prima di tutto era la testa a non girare a causa della partenza di CR7, l’unico faro in grado di illuminare la via della vittoria. Poi, dopo aver smaltito l’addio del portoghese, aver superato la Roma e aver pareggiato contro l’Inter ecco che le cose sembravano andare per il verso giusto, fino agli stop con Verona e Sassuolo e fino al pareggio con il Venezia che hanno riportato la Juventus con i piedi sottoterra! Quest’anno va così si direbbe: ogni piccolo passo avanti è accompagnato da due piccoli passi indietro, forse anche più di due, considerando il distacco dal Napoli 4°. Proprio sul Napoli la squadra di Allegri dovrà impostare la sua rincorsa, perché un anno senza giocare la coppa dalle grandi orecchie non è assolutamente accettabile. Ci riuscirà mai? Se oggi dovessimo dare una risposta secca diremmo di no: troppa la differenza di punti tra i partenopei e i bianconeri, e troppa la differenza di qualità a livello di calcio offerto. E dire che sulla carta in teoria non ci sarebbe storia, visto che la Vecchia Signora vanterebbe l’organico più forte, forse il più forte di tutta la A! Ma nel calcio succede anche questo, anche che la squadra più scudettata d’Italia debba sperare in un miracolo sportivo. Diversamente addio Champions.

Qualche buona notizia c’è

Essersi qualificata come prima del girone agli ottavi di finale di Champions sarà un ottimo viatico per il futuro prossimo della Juventus di Dybala e compagni, che deve assolutamente fare di tutto per provare a conquistare almeno il quarto posto in campionato. Oggi scalzare il Napoli sembra molto difficile, un po’ per l’importante distanza in termini di punti un po’ per la forma fisica di questa avversaria che quest’anno potrebbe davvero fare meglio dei bianconeri, che a livello di scommesse sportive online a inizio stagione erano messi molto bene. Il condizionale è sempre d’obbligo quando c’è di mezzo il pallone, perché bastano due o tre partite e tutto può cambiare.

Senza Champions addio investimenti

Qualificarsi il prossimo anno per la Champions League è di fondamentale importanza per i bianconeri che non vedono l’ora di puntellare il loro centrocampo. Senza i soldi che è possibile ottenere dalla partecipazione alla ex Coppa dei Campioni sarebbe difficile sostituire Rabiot, che convince sì e no, e Bentancur, che appare spesso sottotono. Se gli Azzurri cominceranno a perdere più colpi – non basta lo stop contro l’Empoli – e la Vecchia Signora allo stesso tempo troverà la via della continuità in campionato, a partire dalla gara contro il Bologna in poi, allora il miracolo è davvero possibile. Non quello chiamato scudetto, sia chiaro, ma quello chiamato pass per la prossima Champions League.