Connettiti con noi

Under 17

Juventus Under 17: l’importanza di Savio e Morleo per il modulo di Pedone

Pubblicato

su

Nel modulo studiato da Francesco Pedone per la Juventus Under 17, i due terzini hanno un ruolo fondamentale: ecco come giocano Savio e Morleo

Con sette gol in due partite di campionato, la Juventus Under 17 di Francesco Pedone dimostra di essere una squadra votata all’attacco. Nel 4-3-3 studiato dall’allenatore è fondamentale il ruolo degli esterni, che combinano spesso tra di loro per creare la superiorità e permettere alla squadra di avanzare.

Tasselli fondamentali per attuare questo piano di gioco sono i due terzini, che devono essere presenti in fase di copertura, ma anche bravi nella gestione della palla e nel sapere quando e come avanzare, per non lasciare spazio agli attaccanti avversari. A ricoprire questo ruolo nella Juventus Under 17 sono Federico Savio (a destra) e Umberto Morleo (sul lato mancino); entrambi hanno disputato tutti i 180 minuti giocati fin qui in campionato e possono essere considerati due punti di riferimento per la retroguardia bianconera.

Savio è un giocatore duttile, affidabile, con un ottimo senso della posizione e, soprattutto, con grande spirito di sacrificio; è in grado di adattarsi all’occorrenza anche come mezzala, come dimostrato nella passata stagione, e sa leggere i momenti della partita spostandosi sempre nella posizione giusta di campo. Morleo, dal canto suo, è un giocatore più offensivo, quasi adattato nella posizione di terzino, che gli permette, però, di sfruttare tutte le sue doti tecniche una volta superata la metà campo (per la gioia degli attaccanti a cui fornisce sempre cross invitanti).