Connettiti con noi

Social

La forza del marchio Juventus

Pubblicato

su

Il logo bianconero, lo sappiamo, è foriero di grandi guadagni: ogni oggetto che lo porti stampigliato, possiamo starne certi, venderà il doppio del “gemello” senza il logo.

Il logo bianconero, lo sappiamo, è foriero di grandi guadagni: ogni oggetto che lo porti stampigliato, possiamo starne certi, venderà il doppio del “gemello” senza il logo. Questo perché la forza del marchio Juvents è via via cresciuta col tempo, senza dimenticare che l’ingresso nel mercato azionario non ha fatto altro che migliorare questa situazione.
Non a caso, i bianconeri sono la squadra che, nonostante la stagione deludente che hanno appena vissuto sulla loro pelle, hanno il maggior numero di tifosi in Italia; certo, non sono la squadra italiana col maggior numero di tifosi nel mondo, ma crediamo ci stiano alacremente lavorando.
In tutti i casi, la potenza del timbro, il pregiato marchio Juventus, è fuori discussione.
Nelle prossime righe cercheremo di scoprire qualche dettaglio in merito a questo interessante discorso, che permetterebbe al club di guadagnare molti soldi anche qualora non riuscisse ad aggiudicarsi un posto in Champions League (cosa che, ovviamente, non accadrà!).

REAL MADRID, BARCA E BIANCONERI: TESTA A TESTA!
Il potere di marchio di tre club, in particolare, è fuori discussione: parliamo di Real Madrid, Barcellona e Juvents, come avrete intuito. Queste due superpotenze mondiali hanno rischiato grosso a causa della disfatta della Super League, rischi che i bianconeri ancora corrono, dato che non è ancora arrivata la tanto attesa (da Alexandr Ceferin) “abiura” del progetto: qualora non arrivasse, difficilmente questa squadra di Torino potrà accedere alla prossima stagione del campionato italiano di Serie A. Bando alle ciance, però: il logo dei piemontesi è davvero di una forza travolgente.
Il merchandising tira forte, anche nei paesi più lontani, e le prospettive sono decisamente allettanti, anche grazie alla costruzione dello Stadium di proprietà della società.
Certo, una piccola nota a margine potrebbe riguardare i prezzi dei biglietti, ma non volevamo sostenere la Vecchia Signora? Bene, qualora questo fosse il nostro intento, sborsare più di cento euro per un ingresso ci sembra cosa buona e giusta!

AVANTI, NONOSTANTE IL COVID
Il Covid19 è stato decisamente un bruttissimo colpo per la società bianconera: gran parte dei già citati ingenti proventi derivanti dagli ingressi allo Stadium sono stati azzerati, la campagna abbonamenti per la prossima stagione è ancora sospesa e la suqadra, senza i tifosi, ha dimostrato di non essere all’altezza di guidare il campionato di serie A. Nonostante questi colori un poco funesti, ecco che le finanze della società non sono messe male come ci si poteva aspettare inizialmente. Tutto questo grazie alla forza del loro marchio, della vendita di maglie e di un colpo economico davvero di lusso come Cristiano Ronaldo, per quanto, anche lui come tutta la squadra, non abbia certo brillato in questa stagione: inutile negarlo, la Juvents ha acquistato questo calciatore con il chiaro intento di sbancare in Champions League, cosa di nuovo non avvenuta, con un piazzamento molto deludente e un campione che tende a scomparire nelle gare che davvero contano, procurando alla tifoseria più di qualche mugugno. Nonostante questo, ecco che le casse della società traggono ancora benefici da questo costoso investimento!

Non ci resta che acquistare una nuova sciarpa, o un timbro, col logo da noi così amato!